VIRTUALDEEJAY - Dal 2007 un Forum di DJ
Usa un'email VALIDA per convalidare la registrazione

Il forum è gratuito e la definizione "conto" significa "account" (iscrizione)

Se sei già registrato puoi entrare cliccando "ACCEDI" e ricorda di personalizzare il tuo profilo cliccando su "PROFILO".

Unisciti al forum, è facile e veloce

VIRTUALDEEJAY - Dal 2007 un Forum di DJ
Usa un'email VALIDA per convalidare la registrazione

Il forum è gratuito e la definizione "conto" significa "account" (iscrizione)

Se sei già registrato puoi entrare cliccando "ACCEDI" e ricorda di personalizzare il tuo profilo cliccando su "PROFILO".
VIRTUALDEEJAY - Dal 2007 un Forum di DJ
Vuoi reagire a questo messaggio? Crea un account in pochi clic o accedi per continuare.

Andare in basso
Carlo S.
Carlo S.
Admin
Admin
Numero di messaggi : 3746
Età : 60
Città e Provincia : Quartu S. Elena (CA)
Mi sento: :
Punti : 10507
Reputazione199

Radio Libere: La nascita Empty Radio Libere: La nascita

Gio 22 Ott 2009 - 14:39
Dopo questa introduzione di Max,inizio questa bella occasione che mi e stata proposta di parlare delle radio libere,considerato che praticamente vista l'eta ho conosciuto quegli anni.

Il tutto nasceva nel 1976 con una normativa di legge che autorizzava chi ne aveva la possibilità,di creare una radio con costi molto bassi,in poche parole se si aveva una stanza libera in casa,con un minimo di investimento ci si poteva creare la radio.

Aggiungo che esistevano gia delle radio che trasmettevano ma lo facevano in modo illegale,per questo motivo venivano chiamate "radio pirata",per lo più avevano dei programmi a sfondo politico,cosa che noi non affronteremo.

Dimenticavo che fino a quegli anni l'unica fonte di trasmissione radiofonica era la Rai.

Le radio libere sono state l'università per speaker,tecnici,giornalisti,anche i futuri dj,butto qualche nome che mi viene:
R.Arbore,G.Bonconpagni,C.Conti...

io cerchero di parlarvi della realta della piccola radio libera in cui ho passato forse i migliori anni della mia vita,e una cosa la posso dire:
Aprire una radio libera o collaborare a una di esse era per i giovani di allora motivo di orgoglio e uno dei pochi modi per comunicare.

Per il momento direi che basta,la prossima volta,vorrei parlare della strumentazione di cui er composta una radio libera.
Torna in alto
Permessi in questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum.