VIRTUALDEEJAY - Da 11 anni un Forum di DJ
Usa un'email VALIDA per convalidare la registrazione

Il forum è gratuito e la definizione "conto" significa "account" (iscrizione)

Se sei già registrato puoi entrare cliccando "ACCEDI" e ricorda di personalizzare il tuo profilo cliccando su "PROFILO".

Condividi
Andare in basso
avatar
MAX TESTA
Assodeejay
Assodeejay
Sei un DJ ?
Numero di messaggi : 9621
Età : 47
Città e Provincia : Parma (PR)
Attività : VICE PRESIDENTE ASSODEEJAY
Mi sento: : fine come la carta vetrata !!!
Punti : 18858
Reputazione126

Dentista condannato per la musica in sala d'attesa

il Dom 8 Dic 2013 - 21:50


Un professionista milanese, l'ex presidente dell'Associazione nazionale dentisti italiani, s'è visto condannare dal locale tribunale per il mancato versamento dei diritti discografici a Scf, il Consorzio fonografici che si occupa di riscuotere i diritti per le riproduzioni in pubblico.

Per cosa? Ovviamente per la musica trasmessa in sala d'attesa.

Nulla di complicato: niente dischi o altro.

L'odontoiatra, come migliaia di colleghi in tutti gli studi medici del paese, ha semplicemente acceso la radio nella stanza adibita ai clienti in coda, per sciogliere momenti spesso di tensione.

Tuttavia, anche un manipolo di pazienti in attesa pare sia da considerarsi come pubblico e che quindi ci sia una somma da versare per la riproduzione musicale.

'Prima di ricorrere alla citazione in giudizio - dice al Giornale il presidente di Scf Saverio Lupica - abbiamo cercato più volte di trovare un accordo con l'associazione dei dentisti per ottenere la quota annuale prevista dalla legge sui diritti d'autore, ma che nessuno di loro ha mai pagato, invano.

Una quota che secondo l'Scf, che affianca la più nota Siae nel gravoso compito, si aggira attorno ai 90 euro, una pulizia dentale o poco più.

"Ricorreremo in Cassazione ed eventualmente anche alla Corte europea"- ha detto il dottor Roberto Callioni, che all'epoca del contenzioso era ai vertici dell'Andi.

"La nostra è una questione di principio perchè è assurdo equiparare uno studio privato che riceve su appuntamento a un pubblico esercizio come i grandi magazzini o i locali notturni. Se accettassimo questo iniquo balzello innescheremmo un precedente che, tanto per dirne una, vedrebbe battere cassa anche la Siae che abbiamo pagato ingiustamente fino agli anni Ottanta".

Fonte: http://musica.excite.it


La vita non si misura dai respiri che facciamo ma dai momenti che ci tolgono il respiro

avatar
Davide76
VIP
VIP
Numero di messaggi : 6996
Età : 42
Città e Provincia : Chioggia (VE)
Attività : libero professionista
Mi sento: : Un deltaplano :)
Punti : 12505
Reputazione321

Re: Dentista condannato per la musica in sala d'attesa

il Dom 8 Dic 2013 - 22:59
Io sono per la tutela della musica in quanto sono anni e anni che la compero originale , ma qui mi sembra un po che si stia esagerando , io trovo assurdo far pagare ad un dentista la siae quando abbiamo miglioni e miglioni ma che dico migliaia di migliardi di persone che scaricano musica totalmente gratis da youtube tanto per citarne uno .
Questo e proprio voler farsi saltare fuori i soldi della pirateria da gente indifesa e innocente che con la siae non centra proprio nulla , qui siamo ai limiti dell'inimmaginabile , ed un ringraziamento speciale va anche a questo virtuale perche dite quello che volete che esistivano ancora i vinili , cassette , cd , in cui autori e siae guadagnavano molti soldini tranquilli che il dentista non lo andavano di certo a guardare , ed ora perche con internet la siae non guadagna piu che vogliono farsi saltare fuori i soldi dal dentista ??
Ma dai su e esagerata sta cosa quanto assurda...
Ma d'altronde in italia viste come vanno le cose sotto questo regime che ci sta governando non mi sorprende piu nulla.



avatar
MAX TESTA
Assodeejay
Assodeejay
Sei un DJ ?
Numero di messaggi : 9621
Età : 47
Città e Provincia : Parma (PR)
Attività : VICE PRESIDENTE ASSODEEJAY
Mi sento: : fine come la carta vetrata !!!
Punti : 18858
Reputazione126

Re: Dentista condannato per la musica in sala d'attesa

il Dom 8 Dic 2013 - 23:37
@Davide76 ha scritto:...otalmente gratis da youtube tanto per citarne uno...
Youtube appartiene a Google e paga la siae per i video che trasmette.
Google è in lotta con la RIAA che gli fa cancellare migliaia di siti ogni anno.


La vita non si misura dai respiri che facciamo ma dai momenti che ci tolgono il respiro

avatar
Davide76
VIP
VIP
Numero di messaggi : 6996
Età : 42
Città e Provincia : Chioggia (VE)
Attività : libero professionista
Mi sento: : Un deltaplano :)
Punti : 12505
Reputazione321

Re: Dentista condannato per la musica in sala d'attesa

il Dom 8 Dic 2013 - 23:44
Anche le radio pagano la siae max Smile
E poi un dentista facendo ascoltare la musica ad un suo cliente di certo non gli frutta nessun guadagno gli fa solo da intrattenimento , non e un locale notturno che guadagnano grazie alla musica , che facciamo gli facciamo fare il boreraux al dentista ?
Ma dai su che sta cosa non sta in piedi , e lucro e basta il voler per forza soldi e non saper proprio da dove tirarli fuori.



avatar
matte27
Esperto GOLD 1
Esperto GOLD 1
Numero di messaggi : 2819
Età : 22
Città e Provincia : Ferrara (FE)
Attività : studente
Mi sento: : bene...per ora bene!!
Punti : 6055
Reputazione92

Re: Dentista condannato per la musica in sala d'attesa

il Lun 9 Dic 2013 - 19:53
quì stiamo veramente esagerando...neanche fossero mp3 scaricati su un pc ma la radio accesa...allora dovrebbe cascarci dentro anche il mio di dentista


2x pioneer cdj-500II limited edition-hercules dj control steel-ecler mac60-audiotrak maya 44 usb-technics sl 1210 mk2-sennheinser HD 25II I-virtual dj professional full
avatar
MAX TESTA
Assodeejay
Assodeejay
Sei un DJ ?
Numero di messaggi : 9621
Età : 47
Città e Provincia : Parma (PR)
Attività : VICE PRESIDENTE ASSODEEJAY
Mi sento: : fine come la carta vetrata !!!
Punti : 18858
Reputazione126

Re: Dentista condannato per la musica in sala d'attesa

il Lun 9 Dic 2013 - 20:11
Ogni locale paga la siae sulla birra alla spina, sul biliardo e sulla musica trasmessa dalla radio.
Fornisce un servizio che è soggetto a pagamento forfettario della Siae ,ben diverso dal Borderaux e per nulla attinente con quello che riguarda i locali da ballo.

Se un artista si rivolge a Siae perchè tuteli "in toto" il proprio brano e nelle specifiche è riportato che se ne autorizza l'ascolto solo nell'ambito privato/familiare e non in pubblico ecco il perchè di questa contestazione.
Domanda:
Se paga il barbiere che prende 15€ per un taglio capelli, perchè non deve pagare un dentista che fattura si e no il 50% di quello che fa e prende 200€ per una carie?


La vita non si misura dai respiri che facciamo ma dai momenti che ci tolgono il respiro

avatar
Davide76
VIP
VIP
Numero di messaggi : 6996
Età : 42
Città e Provincia : Chioggia (VE)
Attività : libero professionista
Mi sento: : Un deltaplano :)
Punti : 12505
Reputazione321

Re: Dentista condannato per la musica in sala d'attesa

il Lun 9 Dic 2013 - 21:09
E esagerato Max troppo troppo esagerata sta cosa , ma nemmeno il barbiere dovrebbe pagare la siae , e tutto lucro questo .
Se gli artisti vogliono tutelarsi i propri brani che chiudano l'accesso internet a qualsiasi fonte musicale e comincino a ristampare cd , musicassette , e vinili , ma siccome che fare questo e ormai impossibile che han ben pensato ? 
Di far pagare il dentista , il barbiere , il parrucchiere , etc.. Etc.. , e poi ci lamentiamo se l'italia e fallita , incredibile , tra un po bisognera stare attenti anche a canticchiare per strada , vedi mai che non ci ritroviamo dietro qualche ispettore della siae Smile



avatar
MAX TESTA
Assodeejay
Assodeejay
Sei un DJ ?
Numero di messaggi : 9621
Età : 47
Città e Provincia : Parma (PR)
Attività : VICE PRESIDENTE ASSODEEJAY
Mi sento: : fine come la carta vetrata !!!
Punti : 18858
Reputazione126

Re: Dentista condannato per la musica in sala d'attesa

il Lun 9 Dic 2013 - 22:50
No non credo, la Siae è commissariata da tempo e non ha soldi a sufficienza per mandare ispettori in giro di notte.

L'Italia Davide, è il paese dove tutto è permesso, il paese dei furbi, dove poi a pochi tocca pagare per gli altri.

Stampare un cd, curarne la parte grafica (in serie naturalmente) e la distribuzione, contando le perdite e cioè gli invenduti anche a causa della pirateria che solo in Italia supera il 50% non conviene più tantissimo.
Molto più pratico ed economico vendere sui canali digitali.

Il cd e la musica in Italia non sono considerati "cultura" ma "articolo da regalo", allora ecco il cofanetto, con le foto, il video, il backstage, il "remastered", tutte stupidate che fanno lievitare il prezzo del cd dove al massimo ti interessa una sola canzone.

Stiamo pure qui a criticre Siae e controlli, poi in varie zone italiane (Napoli per esempio), masterizzano film e cd ancora prima che entrino in commercio costringendo le etichette discografiche a campare sulle basi musicali regalate ai dj che compilano i borderaux, mentre la RIIA egli Usa fa una multa da 1 Milione di dollari a un tipo che ha scaricato illegalmente 9 canzoni, poi bombardano civili nei paesi in guerra, volano sotto le funivie italiane provocando disastri (impuniti), fanno test nucleari e friggono persone sulla sedia elettrica ma (stranamente) la le leggi funzionano, qua no e mentre qui siamo soffocati da falsi invalidi e da gente che aspetta solo il sussidio senza porsi il problema di trovare un lavoro ed evadendo il più possibile, negli usa se se non paghi le tasse non solo sei sputtanato a vista in tutta la città ma vai anche in galera.


La vita non si misura dai respiri che facciamo ma dai momenti che ci tolgono il respiro

avatar
Davide76
VIP
VIP
Numero di messaggi : 6996
Età : 42
Città e Provincia : Chioggia (VE)
Attività : libero professionista
Mi sento: : Un deltaplano :)
Punti : 12505
Reputazione321

Re: Dentista condannato per la musica in sala d'attesa

il Lun 9 Dic 2013 - 23:19
Tutto quello che vuoi Max ma non e comunque un motivo valido per far pagare diritti d'autore ad un dentista perche accende la radio nel suo studio privato .
E vero che in usa si va in galera per evasione fiscale , come e vero che l'italia e il paese piu tassato del mondo con la politica piu costosa del mondo .
Se ce il finto invalido prendi il finto invalido e lo metti in galera , invece qui in italia i soldi del finto invalido li vogliono ricavare aumentando le tasse a me .
Lo stesso vale per la misica , se ci sono i porati informatici li prendi e li metti in galera invece di mettere la tassa siae al dentinta e al barbiere , il problema e che e molto piu semplice tassare il dentista che non catturare il pirata , e molto piu semplice aumentare il gasolio invece di diminuire gli stipenti ai politi , come e molto piu semplice aumentare l'iva oppure togliere l'imu per poi farlo pagare anche a chi la casa nemmeno la possiede cambiando nome alla tassa , e molto piu semplice fare questo impoverendo la gente .
No perche se qualcuno non lo ha ancora capito sappiate che questi signori han ben pensato che la soluzione migliore ai problemi e tassare , tassare , tassare e tassare , e se poi non ce la fai piu che arrivi al suicidio fai pure tanto a loro po frega de meno .



avatar
Davide76
VIP
VIP
Numero di messaggi : 6996
Età : 42
Città e Provincia : Chioggia (VE)
Attività : libero professionista
Mi sento: : Un deltaplano :)
Punti : 12505
Reputazione321

Re: Dentista condannato per la musica in sala d'attesa

il Lun 9 Dic 2013 - 23:50
Un dipendente SIAE costa 68000€ all'anno
La SIAE è in debito con gli artisti, ma i suoi dipendenti non se la passano male, almeno a giudicare dai costi sostenuti dalla Società per il personale nel 2010: 92,5 milioni di euro, che su un totale di 1346 dipendenti al 31 dicembre, fanno circa 68.000 euro a testa. Per costo del personale, lo ricordiamo, si intende quanto l'azienda paga per ogni dipendente e comprende, tra gli altri, stipendi, tasse, istituti previdenziali, e così via. Quindi il dipendente non riceve netti 68.000 euro ma si tratta del costo aziendale; malgrado ciò si tratta lo stesso un costo molto alto, considerato soprattutto che il calcolo è una media e che probabilmente i ruoli dirigenziali costano molto molto di più. Uno dei motivi potrebbe essere l'alto numero dei dirigenti (53 più 3 a tempo determinato), a cui vanno aggiunti ben 90 funzionari.
Ai 92,5 milioni per il personale si aggiungono poi altri 48,2 milioni di euro per mandatari e accertatori, cifra che porta il totale delle spese a 140,7 milioni di euro. Aggiungiamo costi di gestione e fondo di solidarietà ed ecco che il totale dei costi della produzione sale a 203,9 milioni di euro, a fronte di un totale del valore della produzione (ovverosia i proventi di diretta competenza SIAE) di 176,7 milioni di euro. Per chi non ha voglia di fare i conti, vi diamo noi la soluzione: il margine operativo è in rosso è di 27,2 milioni di euro. nel 2009 il margine operativo era negativo per 20 milioni.
Alla fine la SIAE nel 2010 ha chiuso in perdita per oltre 17 milioni di euro, malgrado proventi finanziari (ovverosia interessi attivi) per più di 25 milioni. Interessi attivi decisamente strani, visto che dall'altro lato la SIAE è indebitata di oltre un anno e mezzo di spettanze nei confronti degli aventi diritto. In pratica la SIAE sta a galla solo perché ritarda i pagamenti ai soci e nel frattempo reinveste il capitale raccolto per goderne gli interessi.
Va anche osservato come la percentuale media di circa il 16% che la SIAE trattiene su quanto raccoglie (circa 100 milioni su 600), più gli altri proventi (ulteriori 70 milioni circa) non bastano per mantenere la struttura. Che evidentemente o costa troppo o - come ritengono in SIAE - dovrebbe poter raccogliere di più assoggettando anche nuove fattispecie. Noi siamo del primo avviso.




Fonte :
http://www.dday.it/redazione/4812/Un-dipendente-SIAE-costa-68000-allanno.html



avatar
MAX TESTA
Assodeejay
Assodeejay
Sei un DJ ?
Numero di messaggi : 9621
Età : 47
Città e Provincia : Parma (PR)
Attività : VICE PRESIDENTE ASSODEEJAY
Mi sento: : fine come la carta vetrata !!!
Punti : 18858
Reputazione126

Re: Dentista condannato per la musica in sala d'attesa

il Mar 10 Dic 2013 - 22:12
Tutto questo Davide  non giustifica il mancato rispetto dele leggi in atto, tra queste la Legge sul Diritto d'Autore, dove, se un autore vuole, può sceglere che cosa si possa fare con la propria opera e come,dov, quando usarla, giusto?


La vita non si misura dai respiri che facciamo ma dai momenti che ci tolgono il respiro

avatar
Davide76
VIP
VIP
Numero di messaggi : 6996
Età : 42
Città e Provincia : Chioggia (VE)
Attività : libero professionista
Mi sento: : Un deltaplano :)
Punti : 12505
Reputazione321

Re: Dentista condannato per la musica in sala d'attesa

il Mar 10 Dic 2013 - 22:29
Non lamentiamoci se l'italia va a picco poi.
Gli artisti guadagnano tanti bei soldini con concerti e vendendo il proprio prodotto , mettersi a pretendere dei soldi da un dentista che sta facendo ascoltare un po di radio ad un paio di persone in attesa , e come se io pretendessi dei soldi da ogni passante che passeggiando vicino la mia macchina la guardano.
Io non voglio credere che gente come eros ramazzotti , pausini , vasco rossi , vogliano i soldi da un dentista voglio credere che li voglia proprio la siae.
Siamo ai limiti della follia nella vita ci sono leggi e le regole come e giusto che ci siano , ma e stata eliminata dal vocabolario una cosa molto piu importante sia delle regole che delle leggi , e si chiama UMANITA ed e non grave e gravissima questa cosa qui .
E comunque la siae e vecchia ed obsoleta a mio pensiero non ha piu nessuna ragione di esistere la musica e tutta virtuale oggi e si possono trovare sicuramente soluzioni molto piu semplici di una struttura come la siae , che pur di mantenersi in piedi per portarsi a casa buste paghe da capogiri chiede i soldi ad un dentista.



avatar
MAX TESTA
Assodeejay
Assodeejay
Sei un DJ ?
Numero di messaggi : 9621
Età : 47
Città e Provincia : Parma (PR)
Attività : VICE PRESIDENTE ASSODEEJAY
Mi sento: : fine come la carta vetrata !!!
Punti : 18858
Reputazione126

Re: Dentista condannato per la musica in sala d'attesa

il Mar 10 Dic 2013 - 22:39
Ma son d'accordo con te che è vecchia e obsoleta, ma è pur sempre esistente e [i]vigente.

Sto riportando alcune risposte date da Sandro Pasqual che ho avuto il piacere di conoscere quando abbiamo fatto l'incontro Siae a Parma sulla Licenza con DJ e gestori di vari locali di città e provincia.

Così stan le cose, dai un'occhiata e troverai risposte alla tua domanda:
https://www.virtualdeejay.net/t6775-se-utilizzo-brani-da-compilation-normalmente-in-vendita-occorre-che-paghi-la-siae#40732


La vita non si misura dai respiri che facciamo ma dai momenti che ci tolgono il respiro

avatar
Davide76
VIP
VIP
Numero di messaggi : 6996
Età : 42
Città e Provincia : Chioggia (VE)
Attività : libero professionista
Mi sento: : Un deltaplano :)
Punti : 12505
Reputazione321

Re: Dentista condannato per la musica in sala d'attesa

il Mar 10 Dic 2013 - 22:51
Vorrei anche postare questo articolo di italia oggi Max che mi sembra piu veritiero e umano anche.

L'HOTEL PAGA LA SIAE , IL DENTISTA NO

I diritti d'autore delle opere musicali potranno essere percepiti dalle società destinate alla loro raccolta quando le opere vengono trasmesse negli alberghi, ma non nel caso degli studi dentistici: lo ha stabilito una sentenza della Corte europea di Giustizia, intervenendo su due casi scoppiati in Italia e Irlanda. I giudici hanno ritenuto di privilegiare essenzialmente due criteri: il numero di destinatari potenziali della musica e se costituisca o meno un "pubblico" e il carattere della diffusione musicale, se cioè abbia uno scopo di lucro oppure no. Nel caso dei dentisti (sollevato in Italia) la Corte sottolinea come il numero di utenti sia molto ridotto o inesistente, dato che il numero di clienti in una sala d'aspetto è in generale molto limitato; inoltre, la diffusione non ha alcuno scopo di lucro. "I clienti", si legge nella sentenza, "si recano presso uno studio dentistico allo scopo di ricevere delle cure, ed è solo in maniera fortuita e indipendentemente dai loro desideri che beneficiano di un accesso a determinati contenuti musicali".
 
Di contro, nel caso degli hotel, "i clienti di uno stabilimento alberghiero sono in numero assai rilevante, tale da poter essere considerato come un pubblico"; inoltre, la diffusione musicale in un albergo riveste un carattere di lucro, dato che "costituisce una prestazione supplementare che influisce sulla categoria dello stabilimento e dunque sul prezzo delle camere": è quindi "suscettibile di attirare un numero ulteriore di clienti interessati a tale servizio supplementare".


FONTE :
http://www.italiaoggi.it/news/dettaglio_news.asp?id=201203151652362001&chkAgenzie=ITALIAOGGI



avatar
MAX TESTA
Assodeejay
Assodeejay
Sei un DJ ?
Numero di messaggi : 9621
Età : 47
Città e Provincia : Parma (PR)
Attività : VICE PRESIDENTE ASSODEEJAY
Mi sento: : fine come la carta vetrata !!!
Punti : 18858
Reputazione126

Re: Dentista condannato per la musica in sala d'attesa

il Mar 10 Dic 2013 - 23:13
Mah, sinceramente io non scelgo un hotel sulla base se diffonde musica o meno.
Se faccio una festa privata per amici, devo pagare la Siae anche se non è a scopo di lucro...o sbaglio Davide?
Sulla quantità di "pubblico" è suscettibile da tante cose, in uno stabilimento balneare i bagnanti non possono decidere sul tipo di musica che viene (o se viene) proposta e l'ombrellone lo pagano uguale sia che la musica ci sia o meno no?


La vita non si misura dai respiri che facciamo ma dai momenti che ci tolgono il respiro

avatar
Davide76
VIP
VIP
Numero di messaggi : 6996
Età : 42
Città e Provincia : Chioggia (VE)
Attività : libero professionista
Mi sento: : Un deltaplano :)
Punti : 12505
Reputazione321

Re: Dentista condannato per la musica in sala d'attesa

il Mar 10 Dic 2013 - 23:22
Mha se fosse per me la siae non la farei pagare nemmeno ad una festa privata .
Sono tante tante e poi tante le cose che la signora SIAE dovrebbe rivedersi .
Comunque che la cassazione europea abbia capito almeno questo piccolo fatto da uno spiraglio anche se minimo di un totale regime in cui stiamo vivendo oggi e un piccolo barlume di luce anche se microscopico.



avatar
MAX TESTA
Assodeejay
Assodeejay
Sei un DJ ?
Numero di messaggi : 9621
Età : 47
Città e Provincia : Parma (PR)
Attività : VICE PRESIDENTE ASSODEEJAY
Mi sento: : fine come la carta vetrata !!!
Punti : 18858
Reputazione126

Re: Dentista condannato per la musica in sala d'attesa

il Mer 11 Dic 2013 - 20:19
Sono curioso di chiedere il parere di Sandro Pasqual, appena avrò tempo gli manderò un'email, non posso sempre parlare per gli altri, vorrei sentire anche il parere dei "diretto" interessato (inteso come Siae).

Comunque, come già detto altre volte, la Siae non voleva neanche sentir parlare di masterizzati (ricordo di anni fa), l'accordo con le associazioni di categoria ha aperto una breccia in quello che sembrava un muro impenetrabile.

Sicuramente la Siae, come tutto il nostro paese, s'è trovata impreparata ad una così rapida evoluzione delle tecnologie e un restyling forse può essere necessario, ma  qui stiamo parlando di "Diritto d'Autore" che è molto più complesso del semplice "pagare o no" 60€ per tenere accesa una radiolina.

L'iscrizione alla Siae non è obbligatoria e quando io (autore) delego Siae per la tutela dei miei diritti d'autore e pretendo che chinque ascolti le mie canzoni lo faccia liberamente SOLO dall'impianto dello stadio S.Siro di Milano, mentre TUTTI gli altri metodi di diffusione siano soggetti al pagamento dei diritti, questo è un mio diritto, condivisibile o meno, giusto o sbagliato ma pago fior fiore di quattrini alla Siae per tutelare i mei diritti e s questo non viene fatto non posso incazzarmi col Sig. Boscolo di Chioggia, bensì con la Siae perchè non è stata in grado di adempiere al compito affidatole.

Qui si è perso il vero nocciolo del problema imputando a Siae tutte le cause dei malesseri italiani ma dietro Siae ci sono migliaia di persone che PRETENDONO (giustamente) il rispetto degli accordi e a causa della pirateria audio-visiva altre migliaia di persone che hanno perso il lavoro, ma non ora a causa della crisi, ma da almeno 15 anni dove, a causa del tanto acclamato progresso tenologico, grazie al file sharing e alla moda del "tanto lo fanno tutti" l'hanno presa in quel tristemente noto "posto".  Rolling Eyes


La vita non si misura dai respiri che facciamo ma dai momenti che ci tolgono il respiro

avatar
Davide76
VIP
VIP
Numero di messaggi : 6996
Età : 42
Città e Provincia : Chioggia (VE)
Attività : libero professionista
Mi sento: : Un deltaplano :)
Punti : 12505
Reputazione321

Re: Dentista condannato per la musica in sala d'attesa

il Mer 11 Dic 2013 - 20:48
Occhio Max a parlare dei Boscolo che qui siamo in tantissimi ahahahahhh , pensa che ci han messo il detto all'anagrafe per distinguerci (e la verita) siam finiti pure al tg5 per questa cosa Smile
E poi sappi che i Boscolo derivano dai genovesi quindi siamo testardi e cocciuti come te ahahahahahhhh.....   

Comunque sono d'accordo con te max , io ti dico e lo sai e da una vita che sono contro la pirateria , però insomma dai ci son delle cose che van messe a posto , non si tratta di sentire se la siae o il boscolo siano piu o meno d'accordo con quello che diciamo si tratta di essere un po obbiettivi , faragare i diritti d'autore ad un dentista che fa ascoltare la radiolina al cliente vorrei pensare che e fantascenza Smile



Contenuto sponsorizzato

Re: Dentista condannato per la musica in sala d'attesa

Torna in alto
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum