VIRTUALDEEJAY - Da 11 anni un Forum di DJ
Usa un'email VALIDA per convalidare la registrazione

Il forum è gratuito e la definizione "conto" significa "account" (iscrizione)

Se sei già registrato puoi entrare cliccando "ACCEDI" e ricorda di personalizzare il tuo profilo cliccando su "PROFILO".

Condividi
Andare in basso
avatar
DJ Carambola
Utente registrato (2° Livello)
Utente registrato (2° Livello)
Numero di messaggi : 265
Età : 28
Città e Provincia : Palermo (PA)
Attività : DJ,studente
Mi sento: : al top del top!!
Punti : 4140
Reputazione5

dubbio Utenti peer-to-peer spiati sul web:privacy a rischio

il Mar 2 Feb 2010 - 9:50
Il Garante della Privacy ha deciso di costituirsi in giudizio nell’udienza prevista per il 10 febbraio a Roma, a difesa dei diritti degli utenti italiani.

In sostanza,Fapav chiederà al giudice di imporre a Telecom Italia due cose:
- ostacolare le attività pirata dei propri utenti
- filtrare alcuni siti


Pena per Telecom 10 mila euro di sanzione per ogni giorno di inadempienza.

Dure le parole di Nuti, presidente di Aiip – la principale associazione provider – ‘Insomma,mira a trasformare gli operatori internet in sceriffi della rete, a caricarli di una responsabilità, su quello che fanno i loro utenti.
Maè una posizione che minaccia i diritti della rete,tutelati invece dalla direttiva comunitaria del commercio elettronico del 2003, dov’è ribadita la non responsabilità dei fornitori di servizi.
Vediamo una serie di mosse contro questo diritto: anche nel decreto Romani, dove si abilitano le autorità a obbligare i fornitori a
bloccare contenuti audio-video presenti su internet
‘.

In sostanza la questione è questa: fino ad ora internet è cresciuto perché si sono scisse le responsabilità degli utenti da quelle dei fornitori di servizi.

Se i fornitori dovessero ricoprire responsabilità maggiori tenderebbero a stringere le maglie ricorrendo più spesso alla censura preventiva di molteplici contenuti o siti.

Inoltre sarebbeo costretti a vigilare sulle attività degli utenti come poliziotti del web, e addio privacy.
Una ipotesi assolutamente temuta dai provider dal Garante e dai consumatori.
E a fare la parte del cattivo in questa vicenda sarebbero le aziende di copyright, tanto è vero che nel ricorso della Fapav al tribunale si
legge testualmente: ’sono stati monitorati centinaia di migliaia di utenti Telecom Italia e che di loro sono state scoperte due cose:
quali film hanno scaricato e condiviso e persino su quali siti hanno navigato
‘.

Durissima la risposta di Nuti: ‘Secondo noi Fapav non ha solo trasgredito le norme della privacy, ma anche il codice penale: per coprire quelle cose ha violato il domicilio informatico degli utenti,reato punibile con carcere fino a sei anni‘.

Telecom pertanto respinge categoricamente la tesi della Fapav, in quanto basate su prove raccolte illegittimamente, in quanto i file
condivisi dagli utenti sono stati scoperti mediante tool di CoPeerRight
– azienda che si è introdotta sulle reti peer to peer utilizzando un
software di monitoraggio -.

In quanto al come invece Fapav sia riuscita a conoscere i siti visitati, resta un mistero, e l’unica ipotesi plausibile sia l’utilizzo di un malware spia sui pc degli utenti, e in questo caso si parlerebbe di pura pirateria informatica.

fonte: www.tuttogratis.it
avatar
josbi
Super Utente
Super Utente
Numero di messaggi : 1093
Età : 36
Città e Provincia : Napoli (NA)
Attività : Deejay
Punti : 4650
Reputazione35

dubbio Re: Utenti peer-to-peer spiati sul web:privacy a rischio

il Mar 2 Feb 2010 - 16:13
si v bene fate cio che volete.. ma allora abbassami l'abbonamento o dammelo gratuito.. se nn posso fa piu nulla
avatar
Uncle DeeZee
Super Utente
Super Utente
Numero di messaggi : 224
Età : 29
Città e Provincia : Bracciano (Roma)
Attività : Softair, tuning, Alfa Romeo, musica e altro
Punti : 3443
Reputazione20

dubbio Re: Utenti peer-to-peer spiati sul web:privacy a rischio

il Mar 2 Feb 2010 - 16:56
50€ al meso, per poi farmi bloccare quasi tutti i siti? E chi li pagherà mai!
Anche se senza internet, ormai che lo uso quasi tutti i giorni.....devo dire che mi troverei un po' in disagio...

Speriamo che per lo meno rimanga tutto com'è ora...
avatar
SILLO
Apple
Apple
Numero di messaggi : 3003
Età : 36
Città e Provincia : Parma (PR)
Attività : collaudatore di materassi
Mi sento: : si,se mi parlo mi sento
Punti : 6997
Reputazione134

dubbio Re: Utenti peer-to-peer spiati sul web:privacy a rischio

il Mar 2 Feb 2010 - 19:50
forse questa è l'unica cosa che non mi preoccupa,
secondo me anche se oscureranno qualche sito si troveràun'altro sistema per scaricare,
prima napster poi emule poi i torrent
domani troveranno qualcosa d'altro


avatar
Uncle DeeZee
Super Utente
Super Utente
Numero di messaggi : 224
Età : 29
Città e Provincia : Bracciano (Roma)
Attività : Softair, tuning, Alfa Romeo, musica e altro
Punti : 3443
Reputazione20

dubbio Re: Utenti peer-to-peer spiati sul web:privacy a rischio

il Mer 3 Feb 2010 - 2:26
Visto che siamo in tema però......scusatemi il dubbio, ma se non scarichi musica/film con programmi come eMule....che cosa dovresti scaricare? (per essere legale dico)
avatar
SILLO
Apple
Apple
Numero di messaggi : 3003
Età : 36
Città e Provincia : Parma (PR)
Attività : collaudatore di materassi
Mi sento: : si,se mi parlo mi sento
Punti : 6997
Reputazione134

dubbio Re: Utenti peer-to-peer spiati sul web:privacy a rischio

il Mer 3 Feb 2010 - 9:29
tutto quello chenon è coperto da diritti d'autore
...poca roba o cose che trovi già sui siti,
però legalmente non è un programma pirata


Contenuto sponsorizzato

dubbio Re: Utenti peer-to-peer spiati sul web:privacy a rischio

Torna in alto
Argomenti simili
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum