VIRTUALDEEJAY - Da 12 anni un Forum di DJ
Usa un'email VALIDA per convalidare la registrazione

Il forum è gratuito e la definizione "conto" significa "account" (iscrizione)

Se sei già registrato puoi entrare cliccando "ACCEDI" e ricorda di personalizzare il tuo profilo cliccando su "PROFILO".

Condividi
Andare in basso
MAX TESTA
MAX TESTA
Assodeejay
Assodeejay
Sei un DJ ?
Numero di messaggi : 9696
Età : 48
Città e Provincia : Parma (PR)
Attività : VICE PRESIDENTE ASSODEEJAY
Mi sento: : fine come la carta vetrata !!!
Punti : 19435
Reputazione126

DJ-Ing: i fondamenti del djing e delle esibizioni dal vivo Empty DJ-Ing: i fondamenti del djing e delle esibizioni dal vivo

il Gio 10 Ott 2019 - 11:26
L'industria musicale si è evoluta in innumerevoli modi nel corso dell'ultimo decennio.

Anche pochi anni fa, molte persone erano concentrate esclusivamente nel diventare i migliori DJ e non si è nemmeno preoccupato di avere la propria produzione.

In effetti, centinaia e migliaia di persone in tutto il mondo hanno visto una discreta quantità di successo e alcuni di loro sono persino passati a livello internazionale solo per essere DJ fantastici.

Quasi tutti i DJ di successo hanno acquistato giradischi esercitandosi su di loro.

Il DJ è uno dei modi migliori e più comuni con cui i produttori eseguono le loro canzoni.

Ci sono alcuni concetti che sono veri indipendentemente dal genere e dal BPM che stai mixando e sono fondamentali per il tuo successo come DJ.

Questi concetti sono:

  1. Beatmatching
  2. Selezione traccia
  3. Counting Bars / Phrases
  4. EQ'ing


Queste sono tecniche semplici che ogni DJ serio capisce molto bene. 

Tuttavia lo è anche molto importante ricordare che esistono diversi stili di DJ.

Ciò che intendiamo con questo è semplicemente che un DJ Tech-House avrà un aspetto e mentalità completamente diversi durante il mixggio e la raccolta di brani rispetto a un DJ Dubstep.

Cerca di capire meglio il tuo stile e la musica che vuoi mixaree. 

Se sei completamente all'oscuro, non farti prendere dal panico. 

Devi solo scoprire quale si adatterà meglio a te.

Per fare ciò, inizia ascoltando dj set di artisti affermati nel tuo genere o dallo stile di musica che stai provando a mixare. 

Il contesto è estremamente importante (era in un club, un podcast, un festival, una festa in piscina?)

Le tracce si cambiano bruscamente o senza intoppi?

Sembra che vengano riprodotti più brani contemporaneamente?

Il mix inizia lento e continua ad accellerare?

Quindi, anche se c'è sempre qualcosa da imparare da tutti, devi essere attento a quali consigli considerare in base a ciò che stai cercando di ottenere stilisticamente.


La vita non si misura dai respiri che facciamo ma dai momenti che ci tolgono il respiro

DJ-Ing: i fondamenti del djing e delle esibizioni dal vivo Facebo10DJ-Ing: i fondamenti del djing e delle esibizioni dal vivo Youtub10DJ-Ing: i fondamenti del djing e delle esibizioni dal vivo Wordpr10DJ-Ing: i fondamenti del djing e delle esibizioni dal vivo Small10DJ-Ing: i fondamenti del djing e delle esibizioni dal vivo A8114511
MAX TESTA
MAX TESTA
Assodeejay
Assodeejay
Sei un DJ ?
Numero di messaggi : 9696
Età : 48
Città e Provincia : Parma (PR)
Attività : VICE PRESIDENTE ASSODEEJAY
Mi sento: : fine come la carta vetrata !!!
Punti : 19435
Reputazione126

DJ-Ing: i fondamenti del djing e delle esibizioni dal vivo Empty Flusso del segnale

il Gio 10 Ott 2019 - 11:33
Prima di addentrarci direttamente nell'argomento del beat matching, vale la pena approfondire l'aspetto del flusso del segnale di base dell'apparecchiatura.

DJ-Ing: i fondamenti del djing e delle esibizioni dal vivo Scherm13
Come puoi vedere nell'immagine sopra, Input One o Track A e Input Two o Track B è da dove provengono le canzoni. 

Questi player possono essere giradischi o CDJ o addirittura canali digitali di un computer.

Quindi, i segnali dalla Traccia A e Traccia B vengono inviati direttamente nel mixer.

Infine, il segnale di uscita o l'uscita principale dal mixer viene inviato agli altoparlanti. 

Questo è ciò che il il pubblico arriva ad ascoltare.

DJ-Ing: i fondamenti del djing e delle esibizioni dal vivo Scherm14

Questo è un mixer a due canali DJM-400 di Pioneer controllabile con i Fader.

Quindi, se entrambi i fader sono completamente attivi e hanno delle canzoni che suonano allo stesso modo, sentirai tutto ciò nell'uscita principale.

Puoi collegarli le cuffie al mixer e premere il tasto cue in ogni singolo
canale per inviare quel segnale direttamente nelle tue cuffie.

DJ-Ing: i fondamenti del djing e delle esibizioni dal vivo Scherm15

Questo è un mixer a 4 canali con i rispettivi segnali CUE.

Se tutti sono accesi, sentirai tutto in cuffia contemporaneamente.

Nota: i fader NON hanno alcun effetto diretto sui pulsanti cue.

Se ne attivi un tasto cue, riceverai il segnale in cuffia, indipendentemente dal fatto che il fader sia su o giù.

Ogni mixer ha la il suo knob (manopola) unica per controllare il volume della delle tue cuffie.

Alcuni mixer avanzati come il DJM-9OONXS2 hanno un pulsante cue per l'uscita principale.

In questo modo è possibile monitorare tutto in cuffia.

Questo è utile perché ci sono alcuni club e locali che non dispongono di monitor nella consolle del DJ, ed è difficile valutare come tutto suona
sulla pista da ballo.

Il principio di base del DJing è ottenere due brani da riprodurre alla stessa velocità, in fase, allo stesso tempo.

Questo potrebbe reare un "mashup" unico o per sfumarli rispettivamente dentro e fuori e iniziare a tessere un mix DJ.


Ingrandire quest'immagineCliccare qui per vederla alla sua dimensione originale.
DJ-Ing: i fondamenti del djing e delle esibizioni dal vivo Scherm16
Come ormai avrete dedotto, è estremamente importante che entrambe le canzoni suonino allo stessa velocità, in caso contrario i battiti non si allineeranno e diventeranno disordinati molto velocemente.

Ma come si regola la fase del mixaggio?

Bene, ecco dove le jog wheels (le ruote) entrano in gioco e ruotarle per spingere in avanti o leggermente indietro fino a quando entrambi non si allineano.


Ultima modifica di MAX TESTA il Gio 10 Ott 2019 - 12:02, modificato 1 volta


La vita non si misura dai respiri che facciamo ma dai momenti che ci tolgono il respiro

DJ-Ing: i fondamenti del djing e delle esibizioni dal vivo Facebo10DJ-Ing: i fondamenti del djing e delle esibizioni dal vivo Youtub10DJ-Ing: i fondamenti del djing e delle esibizioni dal vivo Wordpr10DJ-Ing: i fondamenti del djing e delle esibizioni dal vivo Small10DJ-Ing: i fondamenti del djing e delle esibizioni dal vivo A8114511
MAX TESTA
MAX TESTA
Assodeejay
Assodeejay
Sei un DJ ?
Numero di messaggi : 9696
Età : 48
Città e Provincia : Parma (PR)
Attività : VICE PRESIDENTE ASSODEEJAY
Mi sento: : fine come la carta vetrata !!!
Punti : 19435
Reputazione126

DJ-Ing: i fondamenti del djing e delle esibizioni dal vivo Empty Beatmatching

il Gio 10 Ott 2019 - 12:02
Il beatmatching è il principio fondamentale del DJing indipendentemente dal genere.

Per poter battere il tempo, dobbiamo capire il concetto di tempo

Il "temp" è la parola italiana che i compositori hanno usato per esprimere "quanto velocemente" o con quale velocità dovrebbe essere eseguita la loro musica.

Ad esempio, Andante significa "a passo d'uomo" ed è compreso tra 76 e 110 BPM.

I DJ usano BPM o battiti al minuto per misurare il tempo.

120 BPM significa semplicemente 120 battiti in un minuto.

Anche i brani di musica pop e dance contemporanei hanno un BPM costante rispetto a brani classici e jazz che potrebbero anche avere cambiamenti di tempo. 

Questo significa anche che non devi preoccuparti troppo delle indicazioni del tempo, come il 98% della musica che mixerai sarà in BPM comune o 4/4.

Il primo passo per mescolare due canzoni insieme è assicurarsi che suonino al stessa velocità e che i battiti si allineano tra loro.

Ma come si fa a riprodurre due brani alla stessa velocità se hanno BPM diversi '?

Per modificare il BPM di un brano è necessario usa il pitch-fader.

DJ-Ing: i fondamenti del djing e delle esibizioni dal vivo Scherm17

Non devi preoccuparti se un player o un controller ha un pitch-fader o no,
perché il 98% ne ha uno.

Anche i leggendari Technics 1200 ce l'hanno.

Nota: il controller S8 di Native Instruments non ha un pitch fader per esempio, ha invece una striscia touch che ha una funzione abbastanza simile.

Quindi supponiamo che tu abbia la traccia A in esecuzione a 145 BPM e desideri mixare un'altra traccia che è a 150 BPM.

DJ-Ing: i fondamenti del djing e delle esibizioni dal vivo Scherm18
Esistono diversi modi per farlo nessuno di loro è sbagliato.

Però, dal momento che stiamo parlando delle basi, la cosa più sensata da fare sarebbe di spostare il fader del pitch della traccia B
verso l'alto per ridurre il BPM.

L'obiettivo qui dovrebbe essere quello di spostarlo giusto abbastanza in modo che la traccia B suoni esattamente a 145 BPM.

In questo modo entrambe le tracce sono in fase, la cassa batte a tempo su entrambi le canzoni non creano caos mentre suonano allo stesso tempo.

Spostare il pitch fader verso l'alto o verso il basso per abbinare i suoni BPM sembra semplice ma in realtà può essere piuttosto complicato.

I giradischi in vinile come Technics 1200 non avevanoo uno schermo digitale come CDJ e controller e non erano neanche collegati a un laptop.

Tutto ciò che avevi era un mixer, 2 giradischi e i tuoi vinili.

Per battere il tempo dovevi fare tutto a orecchio e non era un'abilità facile da imparare.

La tecnoligia in si occupa di gran parte del lavoro pesante di cui i vecchi DJ hanno dovuto preoccuparsi.

Molte delle attrezzature più recenti hanno integrato la temuta funzione di sincronizzazione.

Questo è un semplice pulsante che sincronizzerà le tue canzoni con il computer o il tuo dispositivo istantaneamente.

Questo è da dove viene il famoso detto "Il DJ preme solo il pulsante di riproduzione".

Ed è vero non possiamo cercare di inventare o modificare la realtà. 

Molti DJ stanno semplicemente selezionando le tracce, sincronizzandole
automaticamente con il software.

Quindi, per ricapitolare rapidamente questa intera sezione, puoi controllare i BPM di una canzone nei seguenti modi:


  1. A orecchio
  2. Guardare il BPM in qualsiasi schermata disponibile e regolare manualmente il fader del pitch.
  3. Utilizzo della funzione di sincronizzazione.


Se sei interessato a imparare a battere Natch a orecchio, prendi coscienza di alcuni importanti problemi riguardanti questo argomento e ottenere alcuni suggerimenti e trucchi.

La configurazione delle performance più comune per i DJ di musica dance in questo momento è 2-4 CDJ.

Tuttavia, non tutti sono ancora a quel livello e la maggior parte dei produttori / DJ principianti non può permettersi nemmeno quel tipo di attrezzatura.

Anche una grande percentuale di quel gruppo non è fortunata
abbastanza per conoscere qualcuno che è disposto a farli esercitare con le loro attrezzature.

In conclusione, sapere come battere l'orecchio è ancora un'abilità molto preziosa.

Devi essere consapevole del fatto che la maggior parte delle persone che gestiscono locali, erano o avevano esperienza di DJing.

Le loro opinioni su questo argomento potrebbero differire dalle tue solo perché sono più vecchie e di cui hai bisogno per capire che neanche loro hanno torto.

La maggior parte dei DJ della vecchia scuola ha iniziato con un sacco di dischi che hanno continuato ad espandere negli anni.

I vecchi fader del pitch sono stati progettati per avere una gamma di +/- 8%, alcuni di essi avevano anche un impostazione di +/- 16%.

Ma cosa significa?
Bene, abbiamo imparato nella sezione precedente che usiamo i fader del pitch per alterare la riproduzione velocità di una canzone.

Se il nostro pitch fader rimanesse al centro, allo 0%, questo significa semplicemente che la canzone lo farebbe riproduzione al suo BPM originale.

Con un'impostazione di +/- 8%, ciò significa che qualunque canzone tu abbia suonato, potrebbe andare solo all'8% più veloce o più lento dell'8%.

Quindi, se abbiamo caricato un brano con un BPM originale di 119, con l'impostazione del fader del pitch all'8%, ciò significa che può essere accelerato o rallentato solo di 9,52 BPM.

Questo rende il beatmatching ad orecchio molto più semplice.

Tornando al nostro esempio precedente, supponiamo che tu voglia inserire una traccia che è originariamente a 122 BPM e la canzone attualmente in riproduzione è a 119 BPM.

Non devi fare i conti ogni volta, ma sapendo questo puoi dire se
muovi completamente il pitch fader fino a quando la tua canzone verrà rallentata di circa 10 BPM (esattamente 9.76).

Devi solo abbassare il BPM di 3 per scendere a 119. Anche il fader del pitch è lineare, quindi sarebbe una scommessa sicura supporre che se lo sposti a metà il BPM lo farebbe scendere di ~ 5 BPM.

La metà di questo sarebbe ~ 2,5 BPM, quindi questo ti darebbe un'idea di dove deve trovarsi il fader del pitch.

Il resto si riduce a un po 'di pratica e all'orecchio allenato.

Come DJ della vecchia scuola, di vinili accumulati (e ne stiamo parlando di centinaia), sarebbe difficile tenere traccia di tutti i diversi BPM.

I vecchi DJ creavano piccoli playlist o prendevano appunti sui vinili per aiutarsi ogni volta che li hanno suonati.

Coloro che hanno davvero dominato il loro mestiere e hanno avuto un certo grado di abilità musicale potevano anche capire la chiave armonica della canzone a orecchio, prendendo nota e facendo mixaggi armonici.

Lo standard CDJ 2000Nexus ha 4 impostazioni disponibili: 6%, 10%, 16% e "wide".

Le impostazioni più ampie del fader del pitch BPM sono progettate per DJ che saltano tra più generi, ad esempio hip hop e fino al drum n 'bass.

Software come Traktor ti consente di modificare le impostazioni del fader del pitch in modo abbastanza drastico che apre alcune opportunità creative per trucchi e tecniche di miscelazione.


La vita non si misura dai respiri che facciamo ma dai momenti che ci tolgono il respiro

DJ-Ing: i fondamenti del djing e delle esibizioni dal vivo Facebo10DJ-Ing: i fondamenti del djing e delle esibizioni dal vivo Youtub10DJ-Ing: i fondamenti del djing e delle esibizioni dal vivo Wordpr10DJ-Ing: i fondamenti del djing e delle esibizioni dal vivo Small10DJ-Ing: i fondamenti del djing e delle esibizioni dal vivo A8114511
MAX TESTA
MAX TESTA
Assodeejay
Assodeejay
Sei un DJ ?
Numero di messaggi : 9696
Età : 48
Città e Provincia : Parma (PR)
Attività : VICE PRESIDENTE ASSODEEJAY
Mi sento: : fine come la carta vetrata !!!
Punti : 19435
Reputazione126

DJ-Ing: i fondamenti del djing e delle esibizioni dal vivo Empty Arrangements, Counting Bars & Phrase Mixing

il Gio 10 Ott 2019 - 14:06
Se sei un giovane produttore che sta imparando a fare il DJ, allora probabilmente hai familiarità con il concetto di arrangiamenti musicali.

Se non lo sei, non preoccuparti, poiché faremo una ripartizione molto rapida.

Ogni canzone ha un arrangiamento.

L'arrangiamento più semplice e comune per il pop e canzoni hanno intro, verso, coro, verso 2, coro 2, ponte, coro finale e outro.

Ora, nella seguente immagine puoi vedere una canzone deep house / tech house che è a 123 BPM.

DJ-Ing: i fondamenti del djing e delle esibizioni dal vivo Scherm19

È facile vedere che questa canzone ha un'introduzione, quindi entra direttamente nella sua sezione di battuta principale, poi rallenta in una sezione di battuta melodica (il rosa più chiaro e sezione blu), poi va dritto in pausa e riprende ancora con un outro.

Imparare a leggere le forme d'onda arriva con la pratica, ma non dovresti farne troppo affidamento.

Dovresti avere molta familiarità con i brani che stai suonando e sapere come sono.

Quasi ogni frase musicale in arrangiamenti contemporanei arriva in un multiplo di 4.

La sezione può essere 4 bars, 8 bars, 16 bars o anche 32 bars. 

Tutto dipende dal genere.

Alcuni produttori fanno anche sezioni da 12, 20 o 24 battute, e questo non è poi così raro, a dire il vero, poiché alcuni generi di musica dance consentono molta creatività all'interno degli arrangiamenti.

Se non sai cosa sia un bar nella musica, è semplicemente un modo per organizzare la musica scritta in piccole sezioni. 

Ogni canzone ha un "battito regolare" o un impulso che dovresti essere in grado di sentire, un piccolo trucco per trovarlo è quello di battere il piede sul pavimento mentre una canzone sta suonando.

Se lo fai con la maggior parte della musica pop e dance, dovresti toccare il piede contando fino a 4.

1, 2, 3, 4 ... 1, 2, 3, 4 ... 

il primo battito si chiama downbeat ed è il più forte di tutti.

Quindi, 4/4 o tempo comune, significa che quattro battute sono composte da 4 note da un quarto creano una singola barra.

È accettabile avere valori di nota più piccoli purché aggiungano fino a quattro note da un quarto.

Questo sarebbe ancora considerato come una barra, ad esempio:

DJ-Ing: i fondamenti del djing e delle esibizioni dal vivo Scherm20
Quindi, più bars, di solito in gruppi di multipli di 4, costruiscono sezioni musicali.

Nell'immagine seguente puoi vedere una disposizione progressiva, dove l'introduzione è un pò più lunga rispetto alla maggior parte delle canzoni pop (32 battute).

Ma una volta che il ritmo diminuisce, ce ne sono solo
due piccole interruzioni da 4 bar e continua fino a quando non parte l'outro (32 bars).

DJ-Ing: i fondamenti del djing e delle esibizioni dal vivo Scherm21

Per creare senza interruzioni mix impeccabili è necessario assicurarsi che determinate sezioni di entrambe le tracce si allineano.

Il più semplice sarebbe allineare l'outro della Traccia A con l'intro della Traccia B.

Se entrambe le canzoni sono di artisti simili o all'interno dello stesso genere, è molto probabile che l'outro avrà esattamente la stessa lunghezza dell'intro.

Nota: per generi veramente progressivi le introduzioni e gli outro sono in genere 32 bars. 

I generi in cui la lunghezza media del brano è di circa 3-4 minuti di solito hanno 8 bar di intro, mentre le sezioni principali più grandi possono essere 76 bar.

In questo modo, quando la Traccia A termina, la Traccia B andrà a destra nel verso, chorus, drop o main beat

Ancora una volta, questo dipende dal genere.

Dopo aver appreso questa tecnica di base, se conosci bene le tue canzoni puoi iniziare creando mix e "arrangiamenti" più complessi all'interno dell'intero MIX.

Ad esempio, potresti avere l'intro della tua traccia in arrivo (Traccia B) da riprodurre direttamente sul interruzione della traccia A.

Quindi, è possibile iniziare al Fade Out della traccia A abbassando il volume gradualmente o usando alcuni effetti.

Idealmente, e anche in base alle tracce selezionate, il ritmo di batteria non dovrebbe mai fermarsi.

Questo è un ottimo modo per mantenere l'energia sul dancefloor.

Ricorda, la folla non può scatenarsi al 100% delle volte, usa le pause con saggezza.


La vita non si misura dai respiri che facciamo ma dai momenti che ci tolgono il respiro

DJ-Ing: i fondamenti del djing e delle esibizioni dal vivo Facebo10DJ-Ing: i fondamenti del djing e delle esibizioni dal vivo Youtub10DJ-Ing: i fondamenti del djing e delle esibizioni dal vivo Wordpr10DJ-Ing: i fondamenti del djing e delle esibizioni dal vivo Small10DJ-Ing: i fondamenti del djing e delle esibizioni dal vivo A8114511
MAX TESTA
MAX TESTA
Assodeejay
Assodeejay
Sei un DJ ?
Numero di messaggi : 9696
Età : 48
Città e Provincia : Parma (PR)
Attività : VICE PRESIDENTE ASSODEEJAY
Mi sento: : fine come la carta vetrata !!!
Punti : 19435
Reputazione126

DJ-Ing: i fondamenti del djing e delle esibizioni dal vivo Empty Equalizzazione

il Gio 10 Ott 2019 - 15:10
Imparare a usare l'EQ del mixer è il prossimo passo per ottenere risultati puliti e impeccabili transizioni.

DJ-Ing: i fondamenti del djing e delle esibizioni dal vivo Scherm24
Quella parte rossa che puoi vedere nell'immagine sopra è la parte bassa di una canzone della tech house.

E questo è praticamente l'aspetto della maggior parte della musica dance moderna attraverso una frequenza analizzata.

Se il tuo suono rimani nella zona rossa per un periodo di tempo prolungato, c'è un rischio abbastanza grande di danneggiarli gravemente l'impianto.

Alcuni locali hanno compressori o limitatori nell'output del loro sistema PA per impedire agli artisti di rovinare gli altoparlanti. 

Ricorda, le basse frequenze portano la potenza al brano.

Ogni singolo canale ha una manopola di regolazione nella parte superiore che consente di regolare il volume di ingresso su ciascun canale.

Come regola generale, impostare i guadagni in
canale al picco appena prima di colpire la zona rossa pur avendo il tuo fader del canale in alto. 

Questo sarà il guadagno più alto che vuoi avere ogni canale.

DJ-Ing: i fondamenti del djing e delle esibizioni dal vivo Scherm25

Se mixiamo l'intro della traccia B con l'outro di Traccia A, hai due possibilità:

  1. 1. Equalizza la parte bassa della traccia A sin dal primo momento in cui porti nella traccia B.
  2. Equalizza la parte bassa della traccia B e attendi fino al termine della traccia A per riportarla indietro.


Non c'è una risposta giusta o sbagliata, fare entrambe le cose produrrà effetti diversi.

DJ-Ing: i fondamenti del djing e delle esibizioni dal vivo Scherm26


La vita non si misura dai respiri che facciamo ma dai momenti che ci tolgono il respiro

DJ-Ing: i fondamenti del djing e delle esibizioni dal vivo Facebo10DJ-Ing: i fondamenti del djing e delle esibizioni dal vivo Youtub10DJ-Ing: i fondamenti del djing e delle esibizioni dal vivo Wordpr10DJ-Ing: i fondamenti del djing e delle esibizioni dal vivo Small10DJ-Ing: i fondamenti del djing e delle esibizioni dal vivo A8114511
MAX TESTA
MAX TESTA
Assodeejay
Assodeejay
Sei un DJ ?
Numero di messaggi : 9696
Età : 48
Città e Provincia : Parma (PR)
Attività : VICE PRESIDENTE ASSODEEJAY
Mi sento: : fine come la carta vetrata !!!
Punti : 19435
Reputazione126

DJ-Ing: i fondamenti del djing e delle esibizioni dal vivo Empty Selezione traccia

il Gio 10 Ott 2019 - 15:30
Ora che hai familiarità con i concetti più importanti del mixaggio tracce insieme, può fare un ulteriore passo avanti e parlare della selezione delle tracce.

La selezione delle tracce è uno dei concetti più elusivi per aspiranti DJ.

Se hai l'opportunità di aprire per qualcuno di grande, capisci che sei la fase di riscaldamento.

Scegli le tue tracce di conseguenza.

I set di pre-pianificazione non sono una brutta cosa da fare, lo fanno tutti.

Pensa ad alcuni dei migliori DJ della vecchia scuola che sono ancora in tournée fino ad oggi.

Non portano 1.000 vinili con loro. 

Impacchettano alcuni dei dischi che vogliono suonare personalmente e per favore la folla ovunque stiano suonando.

Questo è senza dubbio una delle migliori mentalità per un DJ.

Se stai mixando un set di 1 ora, porta alcune tracce extra.

Chiedi al proprietario della sede che tipodi musica il loro pubblico di solito gode di più.

Prepara un po 'di musica in quello stile e fai alzare la gente e ballare sul dancefloor.

Una volta che hai attirato la loro attenzione, inizia a riprodurre alcune delle tue tracce e mostrale il tuo proprio stile.

Non smettere mai di guardare ogni tanto la folla.

Questo è anche un altro motivo per cui dovresti portare alcune tracce extra, dato che non tutte le canzoni funzionano in ogni scenario.

Se ti rendi conto che una canzone sta appena iniziando a spezzare l'atmosfera del pubblico, puoi semplicemente cambiarla.


La vita non si misura dai respiri che facciamo ma dai momenti che ci tolgono il respiro

DJ-Ing: i fondamenti del djing e delle esibizioni dal vivo Facebo10DJ-Ing: i fondamenti del djing e delle esibizioni dal vivo Youtub10DJ-Ing: i fondamenti del djing e delle esibizioni dal vivo Wordpr10DJ-Ing: i fondamenti del djing e delle esibizioni dal vivo Small10DJ-Ing: i fondamenti del djing e delle esibizioni dal vivo A8114511
MAX TESTA
MAX TESTA
Assodeejay
Assodeejay
Sei un DJ ?
Numero di messaggi : 9696
Età : 48
Città e Provincia : Parma (PR)
Attività : VICE PRESIDENTE ASSODEEJAY
Mi sento: : fine come la carta vetrata !!!
Punti : 19435
Reputazione126

DJ-Ing: i fondamenti del djing e delle esibizioni dal vivo Empty Mix armonico

il Gio 10 Ott 2019 - 15:41
Il mixaggio armonico è un concetto un po 'più avanzato, quindi ne parlerò solo brevemente.

Quando esegui un missaggio armonico, dovresti concentrarti sulla chiave delle tracce e non sul beat match. 

Il mixaggio armonico consiste nel mixare tracce che hanno la stessa chiave armonica e potresti:


  1. Miscelazione delle tracce nella stessa chiave
  2. Traccia A (Do maggiore) -> Traccia B (Do maggiore)Brani che sono un quinto su / quarto giù dalla chiave originale.

Traccia A (Do maggiore) -> Traccia B (Maggiore o F maggiore)

Non posso dare una spiegazione approfondita su come funziona perché non rientra nell'ambito di questa guida. 

A volte le canzoni hanno solo un ritmo nella loro introduzione e questo non ha un impatto negativo se le mixi correttamente con qualche altra canzone, quindi la chiave diventa completamente irrilevante.

Questo è un altro motivo per cui è davvero importante conoscere la tua libreria e le tue canzoni.

Il più delle volte devi solo preoccuparti del mix armonico se stai mettendo insieme due tracce che hanno strumenti / elementi armonici e melodici che si svolgono allo stesso modo e tempo.


La vita non si misura dai respiri che facciamo ma dai momenti che ci tolgono il respiro

DJ-Ing: i fondamenti del djing e delle esibizioni dal vivo Facebo10DJ-Ing: i fondamenti del djing e delle esibizioni dal vivo Youtub10DJ-Ing: i fondamenti del djing e delle esibizioni dal vivo Wordpr10DJ-Ing: i fondamenti del djing e delle esibizioni dal vivo Small10DJ-Ing: i fondamenti del djing e delle esibizioni dal vivo A8114511
MAX TESTA
MAX TESTA
Assodeejay
Assodeejay
Sei un DJ ?
Numero di messaggi : 9696
Età : 48
Città e Provincia : Parma (PR)
Attività : VICE PRESIDENTE ASSODEEJAY
Mi sento: : fine come la carta vetrata !!!
Punti : 19435
Reputazione126

DJ-Ing: i fondamenti del djing e delle esibizioni dal vivo Empty Attrezzature standard per DJ

il Gio 10 Ott 2019 - 19:52
DJ-Ing: i fondamenti del djing e delle esibizioni dal vivo Scherm27

Lo standard del settore.

Vedrai questa configurazione in almeno l'80% dei club, sedi e festival.

La maggior parte dei mixer DJM ha 4 canali, quindi è abbastanza comune vedere 4 CDJ invece di 2.

Se ti piacciono i generi più underground di musica dance, è anche molto comune da vedere mixer che non sono prodotti da Pioneer.

Ad alcuni DJ piace usare alcune funzionalità che diversi marchi hanno da offrire.

Gli Allen & Heath XONE92 mixer sono i secondi mixer più comuni che vedra.
i
I CDJ sono stati collegati e questo è un mixer a sei canali.

DJ-Ing: i fondamenti del djing e delle esibizioni dal vivo Scherm28
Anche il produttore Denon ha recentemente fatto un ingresso piuttosto aggressivo nel settore stringendo collaborazioni con alcuni DJ per esibirsi e promuovere i loro prodotti.

Controller DJ
I controller per DJ sono molto più convenienti per i DJ itineranti. 

L'aspetto negativo dei controller per DJ è che alcuni locali o sono strutturati per accogliere i tuoi controller, inoltre non sono così piccoli o portatili.

DJ-Ing: i fondamenti del djing e delle esibizioni dal vivo Scherm29

DJ-Ing: i fondamenti del djing e delle esibizioni dal vivo Scherm30

Se vuoi saltarci dentro e iniziare a fare pratica in un controller che ricorda
il CDJ al massimo quindi dovresti scegliere un Pioneer XDJ-RX2.

DJ-Ing: i fondamenti del djing e delle esibizioni dal vivo Scherm31

È un sistema all-in-one a 2 deck e 2 canali che funziona da solo senza la necessità di un computer portatile.

Questo è il più vicino possibile all'esperienza dei CDJ 2000 senza possederli, ma anche questo controller è leggermente inferiore. 

Non puoi proprio abbinare la configurazione reale con nessuno controller.


Setup in vinile
Le installazioni in vinile non sono rimaste indietro o dimenticate per tutti questi anni. 

All'inizio del 2018, le vendite di vinile finalmente hanno iniziato a superare le vendite digitali.

Sorprendente eh?

Sfortunatamente, alcune attrezzature leggendarie per questo regno hanno smesso di essere prodotte, come ad esempio la Tectonics 1200. 

Anche se è abbastanza facile ottenere alcuni giradischi di seconda mano, ora ci sono alternative più nuove ed economiche che non dovresti assolutamente ignorare.

Per gli amanti dello scratch, anche i mixer sono leggermente diversi. 

Alcuni dei più comuni che vedrai in giro oggigiorno sono il Native Instruments Z2, Rane seventy-two e il Mixar DUO MKII.

Le configurazioni in vinile di solito consistono solo di 2 canali, a meno che non vengano utilizzate insieme con altri due lettori CDJ. Questo è molto comune nei DJ house e techno, dove suonano solo dischi molto vecchi e non devono preoccuparsi di graffiare o tagliare il mixaggio.

DJ-Ing: i fondamenti del djing e delle esibizioni dal vivo Scherm32


La vita non si misura dai respiri che facciamo ma dai momenti che ci tolgono il respiro

DJ-Ing: i fondamenti del djing e delle esibizioni dal vivo Facebo10DJ-Ing: i fondamenti del djing e delle esibizioni dal vivo Youtub10DJ-Ing: i fondamenti del djing e delle esibizioni dal vivo Wordpr10DJ-Ing: i fondamenti del djing e delle esibizioni dal vivo Small10DJ-Ing: i fondamenti del djing e delle esibizioni dal vivo A8114511
MAX TESTA
MAX TESTA
Assodeejay
Assodeejay
Sei un DJ ?
Numero di messaggi : 9696
Età : 48
Città e Provincia : Parma (PR)
Attività : VICE PRESIDENTE ASSODEEJAY
Mi sento: : fine come la carta vetrata !!!
Punti : 19435
Reputazione126

DJ-Ing: i fondamenti del djing e delle esibizioni dal vivo Empty Conclusioni

il Gio 10 Ott 2019 - 20:01
Abbiamo coperto una grande quantità di informazioni, quindi non sentirti stressato se ritieni di non aver colto alcuni dei concetti che ho messo in questa guida. 

Fai una piccola pausa e torna indietro se necessario.

E una volta acquisita una solida comprensione dei concetti dovresti essere in grado di iniziare a creare DJ-Set semplici, ma solidi e coerenti.

Proprio come nella produzione musicale, molte prove ed errori ti faranno migliorare.

Studia le canzoni che vuoi usare, inizia a giocare con gli effetti sul tuo mixer, prova a mettere più canzoni insieme e prova a pensare alle tecniche di mix creative.

Se passi un po 'di tempo a esercitarti in casa e fuori, inizierai a capire come ti piace mixare le canzoni insieme e quindi svilupperai uno stile/suono solo tuo.

Buona fortuna e buon MIX !


La vita non si misura dai respiri che facciamo ma dai momenti che ci tolgono il respiro

DJ-Ing: i fondamenti del djing e delle esibizioni dal vivo Facebo10DJ-Ing: i fondamenti del djing e delle esibizioni dal vivo Youtub10DJ-Ing: i fondamenti del djing e delle esibizioni dal vivo Wordpr10DJ-Ing: i fondamenti del djing e delle esibizioni dal vivo Small10DJ-Ing: i fondamenti del djing e delle esibizioni dal vivo A8114511
Contenuto sponsorizzato

DJ-Ing: i fondamenti del djing e delle esibizioni dal vivo Empty Re: DJ-Ing: i fondamenti del djing e delle esibizioni dal vivo

Torna in alto
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum