VIRTUALDEEJAY - Dal 2007 un Forum di DJ
Usa un'email VALIDA per convalidare la registrazione

Il forum è gratuito e la definizione "conto" significa "account" (iscrizione)

Se sei già registrato puoi entrare cliccando "ACCEDI" e ricorda di personalizzare il tuo profilo cliccando su "PROFILO".

Unisciti al forum, è facile e veloce

VIRTUALDEEJAY - Dal 2007 un Forum di DJ
Usa un'email VALIDA per convalidare la registrazione

Il forum è gratuito e la definizione "conto" significa "account" (iscrizione)

Se sei già registrato puoi entrare cliccando "ACCEDI" e ricorda di personalizzare il tuo profilo cliccando su "PROFILO".
VIRTUALDEEJAY - Dal 2007 un Forum di DJ
Vuoi reagire a questo messaggio? Crea un account in pochi clic o accedi per continuare.

Andare in basso
Carlo S.
Carlo S.
Admin
Admin
Numero di messaggi : 3746
Età : 60
Città e Provincia : Quartu S. Elena (CA)
Mi sento: :
Punti : 10505
Reputazione199

La Qualità audio di ieri e di oggi Empty La Qualità audio di ieri e di oggi

Ven 21 Gen 2011 - 22:30
Riallaciandomi ad una discussione che ha suscitato un po di fervore da parte dei partecipanti dove io scritto un solo messaggio e oltre tutto non e stato neanche capito..per farla breve oltre l'argomento principale si parlava anche di qualche brano musicale adatto per testare l'effettiva qualità di un impianto audio,,,io in pratica consigliavo di usare dei brani di musica classica perchè secondo me e la più difficile da riprodurre, e l'impianto deve riprodurre uno strumento come "mamma l'ha fatto", non vi sono interposizioni "elettriche" e per l'ascoltatore è più semplice capire quanto il suono si avvicina al vero.. e con questo non sto affermando che per forza si deve usare un vinile, inoltre ci tengo a precisare che qualunque genere si ascolti è molto importante la registrazione che si usa,cd,vinile, mp3 ,che deve essere di qualità per valorizzare al massimo l'impianto audio che sia del costo di qualche centinaia di euro che di migliaia di euro....la mia vuole essere una piccola puntualizzazione,,naturalmente gradirei anche il vostro pensiero.
Davide76
Davide76
VIP
VIP
Numero di messaggi : 6996
Età : 45
Città e Provincia : Chioggia (VE)
Attività : libero professionista
Mi sento: : Un deltaplano :)
Punti : 13403
Reputazione321

La Qualità audio di ieri e di oggi Empty Re: La Qualità audio di ieri e di oggi

Ven 21 Gen 2011 - 23:00
Certo io son daccordo con te lillicu , son molto importanti i pezzi riprodotti con strumenti naturali , Tromba , basso classico , chitarra classico , percussioni clessiche , etc..
Quando vado ad ascoltare le casse di mio zio le jbl 4350 che ho postato in altra sezione si perche ogni tanto vado li e lo OBBLIGO a darmi un'oretta d'ascolto Smile perche son troppo piacevoli Smile ascoltiamo spesso pezzi con percussioni naturali e mio zio possiede molti pezzi composti con l'arpa e per chi non lo sapesse l'arpa e considerato uno degli strumenti piu naturali e piacevoli del mondo , MA se non viene riprodotta con un impianto di alta qualita e molto probabile che neanche ci accorgiamo se sia un'arpa la melodia che ascoltiamo o meno.
Detto questo concordo sul fatto che gli strumenti naturali son sempre i migliori.
Puo comunque andare bene anche un pezzo piu movimentato l'importante e che sia suonato da persone reali , e non da un compiuter , perche se prendiamo per esempio anche una chitarra l'impiando di alta qualita deve far sentire le dita del chitarrista che sfiorano le corde e vi assicuro che con dei diffusori come quelli di mio zio sentite oltre che le dita che sfiorano le corde sentite anche il chitarrista che respira Smile
Ora i DIRE STRAITS lo dico per chi non li conosce perche lillicu sicuramente li conosce meglio di me , e un complesso che ha fatto storia , con dei pezzi veramente belli e pieni di musica tutta suonata da loro con tra l'altro il cantante che e uno tra i migliori chitarristi al mondo.
Io diciamo la metterei sotto questo aspetto , nel senso che ci sono impianti audio costruiti appositamente per un determinato tipo di musica proprio come sono fatte per esempio le casse da discoteca , ci sono impianti piu portati per la musica rock leggera e cosi via dicendo , io la metterei cosi , che per un determinato tipo di impianti pezzi come Money for Notting possono andare bene , se devo testare un'impianto vintage di alto livello scelgo il classico qui non ci piove.
Che dite lo abbiamo trovato un compromesso ? Smile Smile Smile



[Devi essere iscritto e connesso per vedere questa immagine]
Carlo S.
Carlo S.
Admin
Admin
Numero di messaggi : 3746
Età : 60
Città e Provincia : Quartu S. Elena (CA)
Mi sento: :
Punti : 10505
Reputazione199

La Qualità audio di ieri e di oggi Empty Re: La Qualità audio di ieri e di oggi

Ven 21 Gen 2011 - 23:24
Certo che approvo,,Quando si parla cosi va più che bene,,,aggiungo anche che secondo me certi tecnici del suono ci prendono anche in giro riguardo a certe registrazioni,,per capirci anche loro sono esseri umani con dei gusti musicali a livello di timbrica diversi che magari mettono piu' in risalto le Fender Stratocaster "asciugando" un po' il basso, ho la grancassa della batteria,o una voce con molto reverbero,insomma magari ad esempio voleva dargli una timbrica generale volutamente "asciutta/acida" piuttosto che ad esempio "morbida/corposa" ecc..,forse voglio dire che ci sono impianti diversi che poi noi scegliamo in base al genere che suoniamo,e soppratutto al portafoglio.
Davide76
Davide76
VIP
VIP
Numero di messaggi : 6996
Età : 45
Città e Provincia : Chioggia (VE)
Attività : libero professionista
Mi sento: : Un deltaplano :)
Punti : 13403
Reputazione321

La Qualità audio di ieri e di oggi Empty Re: La Qualità audio di ieri e di oggi

Ven 21 Gen 2011 - 23:47
Infatti Smile

Ti prendo come esempio le jbl perche son quelle che conosco meglio Smile ma lo si puo fare anche con altr modelli , le jbl c'e ne sono di svariati modelli , Serie Studio monitor , serie Vintage , Serie club , etc..
Prendiamo le Jbl Eon casse da esterno piu adattabili all'uso da discomusic , e prendiamo per esempio le jbl 4315 studio monitor , e molto probabile che metto su un pezzo house pompi molto di piu sulle eon che sulle Studiomonitor , anche se la grandezza delle casse piu o meno e uguale , se invece metto su un pezzo anche elettronico tipo Jan michel jarre son sicuro che le 4212 vincono 10 a 0 Smile cioe questo era per fare un esempio.. stesso discorso vale per l'amplificazione e tutto il mondo che ci gira attorno.
Se prendiamo la musica da discoteca di oggi pompa 10 , 100 volte di piu di quella di 30 anni fa , una volta c'era piu musica adesso c'e molto piu stunz.. stunz.. e molto probabilmente con impianti di una volta che la maggiorparte avevano woofer in cartone (molto piu musicali ma molto piu delicati) e probabile che un giorno si e uno no sarebbero rotti Smile
Invece oggi fanno casse molto resistenti e bisogna ammetterlo perche ho visto dei tipi suonare che con tante di quelle distorsioni che non so come le casse possano reggere , con la pecca che e evidente che sono molto meno musicali , ma alla fine per suonare musica house che ci sono si e no dalle 3 4 note massimo , vanno piu che bene Smile
Per quanto riguarda i tecnici del suono beh.. ci sarebbe da scrivere un libro , non mi dilungo dico solo che secondo me una volta si ascoltava molto di piu , adesso mi sembra che ci si basi molto sui numeri e si ascolti molto poco , i numeri contano fino ad un certo punto , perche ormai credo sappiano tutti che quello che c'e scritto dietro un diffusore , o ampli , spesso e fasullo quindi alla fine quello che da il giudizio finale e sempre il nostro orecchio Smile



[Devi essere iscritto e connesso per vedere questa immagine]
Carlo S.
Carlo S.
Admin
Admin
Numero di messaggi : 3746
Età : 60
Città e Provincia : Quartu S. Elena (CA)
Mi sento: :
Punti : 10505
Reputazione199

La Qualità audio di ieri e di oggi Empty Re: La Qualità audio di ieri e di oggi

Sab 22 Gen 2011 - 11:50
Il tuo ultimo messaggio mi porta a fare una piccola riflessione,,,,e vero alcune decine di anni fa esistevano dei buoni(ottimi) impianti audio,anche perchè c'era poco da scegliere e non esistevano la marea di marche che ci sono oggi,alcune anche molto scadenti,,come e vero che c'erano molto di più appassionati che cercavano di prendersi l'impianto anche se piccolo ma di livello elevato,dai diffusori,al giradischi,l'amplificatore,ecc.ecc....tante vero che molti per arrivare ad un buon livello addirittura prendevano i pezzi migliori di marche diverse(non so se facevano bene),,ora i tempi sono cambiati e per determinate cose anche in peggio, e ne convieni con me (lo capisco dai tuoi messaggi) oggi giorno tutti cercano il massimo del risparmio magari con ottime prestazioni(cosa impossibile),quindi giustissimo anche come dici te per la musica che viene prodotta oggi giorno non serve un mega impianto,solo per sentire un colpo di cassa in basso al centro , la voce quando c'e in alto,le tastiere sulla destra,,,quindi essere audiofilo di questi tempi e molto difficcile,e come combattere contro i mulini a vento,non ne vieni a capo,chiedilo ad un bimbominkia se gli fai ascoltate un brano di musica classica se riesce a riconoscere se in una suonata di violino,quale violino e stato utilizzato?? Un Amati ,uno Stradivari,ho uno artigianale costruito hai tempi nostri,,,, i veri audiofili erano in grado di farlo (e con questo non sto affermando che io lo sia)..Purtroppo gli anziani non fanno nulla per insegnare qualcosa hai giovani,ma e anche vero che sono loro che " sgammano" gli anziani(la maggior parte) Ok adesso basta,ci tenevo solo per far capire il mio pensiero,che alla fine lo si potrebbe espandere anche alla vecchia discussione "meglio il dj vecchio stampo,,,ho il digital dj",,,hai posteri l'ardua sentenza,,,, Smile
Davide76
Davide76
VIP
VIP
Numero di messaggi : 6996
Età : 45
Città e Provincia : Chioggia (VE)
Attività : libero professionista
Mi sento: : Un deltaplano :)
Punti : 13403
Reputazione321

La Qualità audio di ieri e di oggi Empty Re: La Qualità audio di ieri e di oggi

Sab 22 Gen 2011 - 12:33
Questa e una discussione molto interessante , e merita di essere spostata quantomeno nella sezione , amplificazione e diffusori Wink
Vorrei anche dire che un audiofilo non e necessariamente quello che spende i milioni per un impianto , ma io considero audiofilo quello che si siede in una poltrona con l'impianto audio davanti e comincia ad ascoltare , certo poi sappiamo che si cerca sempre il meglio per sentire il meglio , negli ultimi anni anche il campo audiofilo ha preso una bella batosta , una mazzata bella e buona glie la data la B&w entrando nel mercato con una ferocia e prepotenza inaudita , qualsiasi rivista di suono che si comperi oggi vengono pubblicizate le B&W ma nella realta dei fatti c'e tanta di quella gente che e rimasta fregata che nemmeno ve lo immaginate , essendo che ci sono un po in mezzo a queste cose in quanto mio zio ne fa commercio , non immaginate quanti audiofili lo chiamano per sbarazzarsi delle B&W e ricorrono ai ripari comperando vecchi diffusori come Jbl , Electrovoice , Esb , etc.. , stesso vale per amplificatori , i valvolari sembrano non essere piu quelli di una volta , gli ampli a transistor idem , con differenza che in campo audiofilo si parla di migliaia di euro , allora fin che si comprano un paio di behringer , o gemini e mettiamo che suonano male dici va be.. non ho perso molto e poi magari per quello che devo suonarci vanno anche bene , ma in alta fedelta se non tratti con gente competente rischi veramente di prendere delle fregature milionarie.
Il messaggio che spesso cerco di dare e che quello che penso io , e che ci si dovrebbe un'attimo soffermare sul come mai ? perche ? cosa e successo ?
Come mai i vecchi impiantini della pioneer , della technics , della onkio , etc.. anche se entry level pompavano e suonavano che era una meraviglia ed ora si fatica ad ascoltare un po di buona musica ?
Ecco io vorrei un po che si riflettesse su cosa e successo e sul come mai ?
E cambiata la musica ?
Son cambiati i progettisti ?
La gente non ascolta piu ?
Il commercio ?
Etc.. ?
Lascio anche io a voi le sentenze Smile



[Devi essere iscritto e connesso per vedere questa immagine]
SILLO
SILLO
Apple
Apple
Numero di messaggi : 3003
Età : 39
Città e Provincia : Parma (PR)
Attività : collaudatore di materassi
Mi sento: : si,se mi parlo mi sento
Punti : 7891
Reputazione133

La Qualità audio di ieri e di oggi Empty Re: La Qualità audio di ieri e di oggi

Sab 22 Gen 2011 - 16:25
è un'argomento troppo complesso
e noi non siamo cosi esperti e non abbiamo un'orecchio da audiofilo,
per prima cosa diciamo che la qualità delle cnzoni stesse riprodotte su cd stà calando sempre di più
per colpa delle case discografiche,per colpa di quello che viene chiamato Loudness War (cercatelo su wikipedia che è spiegato bene)
poi altra cosa importante è che ci sono troppe variabili,pensate che molte volte lo stesso impianto montato in due ambienti diversi
possono suonare,o meglio,si possono sentire in modo dierso.


[Devi essere iscritto e connesso per vedere questa immagine]
Davide76
Davide76
VIP
VIP
Numero di messaggi : 6996
Età : 45
Città e Provincia : Chioggia (VE)
Attività : libero professionista
Mi sento: : Un deltaplano :)
Punti : 13403
Reputazione321

La Qualità audio di ieri e di oggi Empty Re: La Qualità audio di ieri e di oggi

Sab 22 Gen 2011 - 18:02
Non ricordo quale topic lo troverò in cui Djsdong spiegava il problema del loudnes war , mi sembra sia nella sezione giradischi , poi si e fermato perche anche li cominciavano tutti a contraddirlo Smile
Giusto che le variabili d'ambiente cambiano il suono da posto a posto , ma vedi sillo tu lo sai io lo so la cosa sembra banale ma sai quanti milioni di ragazzi che non lo sanno , quindi trvo questo topic molto intelligente e costruttivo , dove ogni uno possa esporre le proprie esperienze.
Poi abbiamo utenti poco esperti e ne abbiamo anche di esperti con buon gusto abbiamo utenti ultra 40 enni e che hanno avuto apparecchiature di anche di grosso calibro , e spero che quan si ne hanno la voglia di possano postare la propria cultura del suono Wink



[Devi essere iscritto e connesso per vedere questa immagine]
Carlo S.
Carlo S.
Admin
Admin
Numero di messaggi : 3746
Età : 60
Città e Provincia : Quartu S. Elena (CA)
Mi sento: :
Punti : 10505
Reputazione199

La Qualità audio di ieri e di oggi Empty Re: La Qualità audio di ieri e di oggi

Sab 22 Gen 2011 - 18:03
Ennesima precisazione,,,,,le orecchie per ascoltare le abbiamo tutti e non ci sono differenze con quelle delle persone che vengono definite audiofilo,,,,loro ascoltano musica riprodotta con impianti audio di ottimo livello,,e per musica intendo quella vera ,fatta con strumenti veri,quella suonata da esseri umani ok? :)infatti lo scopo di un audiofilo è cercare di riprodurre la musica il più fedelmente possibile,,di sicuro un audiofilo non spende una barca di soldi per ascoltare certi generi musicali che vanno di moda oggi,non dico quali perchè qualcuno si potrebbe offendere,per quanto riguarda le incisioni musicali dei giorni nostri certamente alle nostre orecchie giunge ben poco per dei semplicissimi motivi,,,strumenti reali c'e ne sono molto pochi,,e poi per tutti i passaggi che ci sono in fase di registrazione,, Il passaggio tra analogico (fonte del suono) a digitale (registrazione del supporto) e poi di nuovo all'analogico (conversione), non sfugge alla sensibilità dell'orecchio umano anche meno allenato, altro passaggio che altera la nostra percezione e quando mettiamo il cd nel lettore ed il segnale è amplificato dai amplificatori che specialmente quelli a transistor ne alterano di parecchio il segnale,e qui concordo con Davide che quelli valvolari sono migliori ,per tutti questi motivi dell'evento sonoro originale giunge ben poco alle nostre orecchie,,,
matte27
matte27
Esperto GOLD 1
Esperto GOLD 1
Numero di messaggi : 2819
Età : 25
Città e Provincia : Ferrara (FE)
Attività : studente
Mi sento: : bene...per ora bene!!
Punti : 6953
Reputazione92

La Qualità audio di ieri e di oggi Empty Re: La Qualità audio di ieri e di oggi

Sab 22 Gen 2011 - 19:26
bè quì mi sa che ci sia da aggiungere poco...e io non aggiungerei niente...


2x pioneer cdj-500II limited edition-hercules dj control steel-ecler mac60-audiotrak maya 44 usb-technics sl 1210 mk2-sennheinser HD 25II I-virtual dj professional full
[Devi essere iscritto e connesso per vedere questo link]
[Devi essere iscritto e connesso per vedere questa immagine] [Devi essere iscritto e connesso per vedere questa immagine]  [Devi essere iscritto e connesso per vedere questa immagine]
Dj Fabius
Dj Fabius
Super Utente
Super Utente
Sei un DJ ?
Numero di messaggi : 1143
Età : 39
Città e Provincia : Bagheria (PA)
Attività : TECNICO tv antennista -Sky installer
Mi sento: : Me stesso!
Punti : 5788
Reputazione48

La Qualità audio di ieri e di oggi Empty Re: La Qualità audio di ieri e di oggi

Sab 22 Gen 2011 - 20:14
si nota molta la diffenza tra un vinile e un cd o anche una pendrive con file ..(.mp3 ...).si capisce anche dalla pulizia del suono..
matte27
matte27
Esperto GOLD 1
Esperto GOLD 1
Numero di messaggi : 2819
Età : 25
Città e Provincia : Ferrara (FE)
Attività : studente
Mi sento: : bene...per ora bene!!
Punti : 6953
Reputazione92

La Qualità audio di ieri e di oggi Empty Re: La Qualità audio di ieri e di oggi

Dom 23 Gen 2011 - 14:45
bè gli mp3 non sono catalogabili...la qualità è al minimo ascoltabile se sono a 320kbs


2x pioneer cdj-500II limited edition-hercules dj control steel-ecler mac60-audiotrak maya 44 usb-technics sl 1210 mk2-sennheinser HD 25II I-virtual dj professional full
[Devi essere iscritto e connesso per vedere questo link]
[Devi essere iscritto e connesso per vedere questa immagine] [Devi essere iscritto e connesso per vedere questa immagine]  [Devi essere iscritto e connesso per vedere questa immagine]
MAX TESTA
MAX TESTA
Admin
Admin
Sei un DJ ?
Numero di messaggi : 9807
Età : 50
Città e Provincia : Parma (PR)
Attività : DEEJAY
Mi sento: : fine come la carta vetrata !!!
Punti : 20258
Reputazione126

La Qualità audio di ieri e di oggi Empty Re: La Qualità audio di ieri e di oggi

Dom 23 Gen 2011 - 17:51
Quando venne fuori la mania degli mp3pro, c'era un sito (poi chiuso) dal quale scaricavo ogni tanto.

In casa si sentiva bene,ma all'aperto ragazzi....ho dovuto rifare buona parte di pezzi perchè era impossibile lavorare così.

Bye


La vita non si misura dai respiri che facciamo ma dai momenti che ci tolgono il respiro

[Devi essere iscritto e connesso per vedere questa immagine][Devi essere iscritto e connesso per vedere questa immagine][Devi essere iscritto e connesso per vedere questa immagine][Devi essere iscritto e connesso per vedere questa immagine][Devi essere iscritto e connesso per vedere questa immagine]
Contenuto sponsorizzato

La Qualità audio di ieri e di oggi Empty Re: La Qualità audio di ieri e di oggi

Torna in alto
Permessi in questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum.