VIRTUALDEEJAY - Da 12 anni un Forum di DJ
Usa un'email VALIDA per convalidare la registrazione

Il forum è gratuito e la definizione "conto" significa "account" (iscrizione)

Se sei già registrato puoi entrare cliccando "ACCEDI" e ricorda di personalizzare il tuo profilo cliccando su "PROFILO".

Condividi
Andare in basso
MAX TESTA
MAX TESTA
Assodeejay
Assodeejay
Sei un DJ ?
Numero di messaggi : 9663
Età : 48
Città e Provincia : Parma (PR)
Attività : VICE PRESIDENTE ASSODEEJAY
Mi sento: : fine come la carta vetrata !!!
Punti : 19315
Reputazione126

STORIA DELLA RADIO Empty STORIA DELLA RADIO

il Mar 22 Gen 2008 - 14:47
1864
Il fisico scozzese James Clerk Maxwell dimostra matematicamente che i fenomeni elettromagnetici e luminosi si propagano nello spazio tramite onde, arrivando a scrivere le celebri equazioni che da lui hanno preso il nome.


1887
Il tedesco Heinrich Rudolph Hertz ottiene la conferma sperimentale delle conclusioni della teoria di Maxwell, provando l'effettiva esistenza delle onde elettromagnetiche (o hertziane) e costruendo un apparecchio in grado di generarle.


1890
Edouard Brainly costruisce un apparecchio rilevatore di onde hertziane sviluppato a partire da un'idea dell'italiano Onesti.


1894
Guglielmo Marconi, ventenne, trasmette segnali telegrafici grazie alle onde elettromagnetiche nella sua casa di Pontecchio, in provincia di Bologna.


1895

Alexander Popov costruisce la prima antenna per la ricezione di segnali elettrici.
Marconi trasmette per la prima volta segnali telegrafici Morse attraverso l'aria e quindi senza bisogno di fili.


1897
Marconi stabilisce un collegamento radiotelegrafico tra la nave Elettra e la terraferma.


1901
Il 12 dicembre Marconi realizza il primo collegamento transatlantico tra Poldhu (Cornovaglia) e St. John's (Terranova), ricevendo i tre punti della lettera "s" in alfabeto Morse da oltre 4000 km di distanza.


1904
Ambrogio Fleming inventa la valvola termoionica, o diodo, che consente di controllare la velocità di propagazione delle onde radio.


1906
Lee De Forest inventa il triodo che, permettendo di amplificare i segnali, rende possibile la trasmissione della voce umana.
Il canadese Reginald Aubrey Fessenden trasmette il primo programma radiotelefonico, con parole e musica, dal suo laboratorio nel Massachussets.


1912
Il Titanic lancia via radio il messaggio di SOS.


1920
Il 2 novembre nasce a Pittsurgh la prima stazione radio: si chiama KDKA e il primo programma è il resoconto delle elezioni presidenziali americane.


1921
In Gran Bretagna nasce la BBC, che un anno dopo inizierà le trasmissioni.
Dalla Torre Eiffel si iniziano ad irradiare regolarmente i primi programmi.


1924
Dall'accordo tra le maggiori industrie operanti nel settore delle comunicazioni e l'allora Ministro delle Comunicazioni Costanzo Ciano il 27 agosto nasce l'URI, Unione Radiofonica Italiana, presieduta da Enrico Marchesi, dirigente della Fiat.
Nel '27 l'URI prenderà il nome di EIAR (Ente Italiano Audizioni Radiofoniche) e il 26 ottobre del '44, in seguito alla caduta del fascismo, quello di RAI (Radio Audizioni Italiane).
Il 6 ottobre la voce di Maria Luisa Boncompagni apre il primo programma irradiato in Italia.


1930

Un moderno apparecchio radio a valvole costa più di un'automobile.


1931
Il 12 febbraio viene fondata Radio Vaticana.


1938
Nella notte di Halloween, il 30 ottobre, Orson Welles gioca agli Americani il celebre scherzo dell'invasione marziana.


1947

William Shockley inventa il transistor.


1951
E' l'anno del primo festival di Sanremo.
Nunzio Filogamo inaugura la trasmissione con la frase, divenuta poi famosa, "Miei cari amici vicini e lontani...".


1954
La società americana Regency produce la prima radio a transistor, seguita l'anno successivo dalla giapponese Sony.


1961
Negli USA vengono irradiati i primi programmi in stereofonia grazie alla collaborazione delle società Zenith e General Electric.


1966
Il 6 marzo Noel Coutisson inaugura il canale italiano di Radio Montecarlo.
Nel 1987 Alberto Hazan ne rileverà la quota di maggioranza la rilancerà in tutta Italia.


1970
Nel mese di luglio Renzo Arbore e Gianni Boncompagni inaugurano il loro programma "Alto Gradimento", che avrebbe rivoluzionato il modo di parlare agli ascoltatori.


1974
In dicembre inizia a trasmettere Radio Parma, considerata la prima radio privata italiana o almeno quella che a tutt'oggi trasmette continuativamente da più tempo.


1975

Il 10 marzo Angelo Borra fonda Radio Milano International, destinata a diventare la prima grande emittente privata italiana.
Nel 1986 si trasformerà in una syndication e due anni dopo prenderà il nome di 101 Network.
Nel 1999 il nome verrà corretto in Radio 101 One O One.


1976
Alle 15.40 del 16 febbraio inizia a trasmettere sui 105.650 MHz a Milano Radio Studio 105.
Con il tempo gli ascoltatori verranno detti "novantanoviani" per via della rete lombarda, tutta vicina alla frequenza di 99 MHz, che comparirà anche accanto al logo della radio.
Nell'81 diventerà una syndication, nell'83 verrà collegata l'Emilia-Romagna e l'emittente prenderà il nome di Rete 105. La copertura nazionale sarà raggiunta nell'89.
Nel gennaio del 1996 le verrà cambiato il nome in Radio 105, ritenuto più moderno.
Il 28 luglio la sentenza n°202 della Corte Costituzionale sancisce la legittimità di trasmissioni private, purchè a copertura locale.
L'evento segna la fioritura delle radio libere, fenomeno caratteristico degli anni '70.


1978
In dicembre a Roma, da una soffitta della Balduina, inizia a trasmettere Radio Dimensione Suono.


1982
Dalle ceneri di Radio Music e dalle mani di Claudio Cecchetto il 1° febbraio nasce a Milano Radio Deejay.
La prima voce in onda sarà quella di Ronny Hanson.
Il 26 febbraio Mario Volanti inaugura, ancora a Milano, le trasmissioni di Radio Italia Solo Musica Italiana.
Sarà Volanti a introdurre per primo in Italia la formula americana della syndication.
L'8 novembre 1982 dalla mente di Maurizio Riganti nascono Rai Stereo Uno e Rai Stereo Due, versioni pomeridiane in FM più "giovani" di Radio Uno e Radio Due, che rimangono in onda solo sulle onde medie.
Antonella Giampaoli ed Emilio Levi aprono i programmi di Rai Stereo Due, che termineranno nell'87.
Nell'88 l'idea verrà poi ripresa con l'esperimento di Radio Verde Rai.
Nascono anche Lattemiele a Bologna e Radio Italia Network ad Udine.


1987
Inizia a trasmettere RTL - Radio Trasmissioni Lombarde, la radio della discoteca Capriccio di Arcene (Bg).
La sua copertura si amplierà presto con una rete di frequenze in gran parte vicine ai 102.500 MHz che le consentirà di ribattezzarsi RTL 102.5 e di scalare rapidamente la classifica delle emittenti più ascoltate in Italia.


1993
Reteotto Network è la prima emittente italiana irradiata via satellite.
Nata nel '73 a Varese, nel 1995 sarà in grado di raggiungere tutto il mondo, guadagnando la copertura delle Americhe e dell'Australia.


1996
Alla mezzanotte del primo gennaio Claudio Cecchetto e Jovanotti inaugurano Radio Capital, emittente destinata a subire negli anni successivi diversi cambiamenti di direzione e di assetto.


1997
Il 2 giugno nasce Station One, raccogliendo grandi voci da tutta Italia.
Cesserà le trasmissioni solo due anni dopo, per motivi riconducibili ad una cattiva gestione dell'azienda.


1999
Il 4 ottobre nasce Radio 24, diretta da Elia Zamboni, importando in Italia l'innovativo formato all-news.
Nel corso del 2001 l'emittente della Confindustria prende il più esplicito nome di "Radio 24 - Il Sole 24 Ore".


2000
Il 17 settembre muore Alex Martini, voce di Radio 101.
Per ricordarlo, il 19 di quel mese tutte le radio italiane trasmettono contemporaneamente (alle 15.30) "Purple Rain" di Prince, canzone preferita dello speaker.
Già diffusa via satellite, in dicembre viene lanciata in FM 102.5 Hit Channel, proposta come innovativa sintesi di tutti i mezzi di comunicazione moderni.


La vita non si misura dai respiri che facciamo ma dai momenti che ci tolgono il respiro

[Devi essere iscritto e connesso per vedere questo link][Devi essere iscritto e connesso per vedere questo link][Devi essere iscritto e connesso per vedere questo link][Devi essere iscritto e connesso per vedere questo link][Devi essere iscritto e connesso per vedere questo link]
Torna in alto
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum