VIRTUALDEEJAY - Dal 2007 un Forum di DJ
Usa un'email VALIDA per convalidare la registrazione

Il forum è gratuito e la definizione "conto" significa "account" (iscrizione)

Se sei già registrato puoi entrare cliccando "ACCEDI" e ricorda di personalizzare il tuo profilo cliccando su "PROFILO".
VIRTUALDEEJAY - Dal 2007 un Forum di DJ
Vuoi reagire a questo messaggio? Crea un account in pochi clic o accedi per continuare.

Andare in basso
MAX TESTA
MAX TESTA
Admin
Admin
Sei un DJ ?
Numero di messaggi : 9770
Età : 49
Città e Provincia : Parma (PR)
Attività : DEEJAY
Mi sento: : fine come la carta vetrata !!!
Punti : 20050
Reputazione126

Il terzo esportatore di musica Empty Il terzo esportatore di musica

il Gio 27 Set 2007 - 8:13
Music biz italiano: siamo i terzi esportatori mondiali di musica
E la Siae dichiara ricavati in crescita per il diritto d'autore

A Roma, durante l'incontro per la firma dell'accordo per la promozione della musica italiana all'estero, il sottosegretario al Commercio Internazionale Milos Budin ha affermato che l'Italia, oggi, "è il terzo esportatore mondiale di musica, dopo gli Stati Uniti e la Gran Bretagna".
"L'export italiano", ha aggiunto Budin, "copre circa il 30% del prodotto interno lordo, il nostro obiettivo è quello di raggiungere nei prossimi anni la media dei paesi economicamente più evoluti, il cui export copre circa il 50% del Pil. In quest'ottica è importante anche la doppia valenza della musica italiana: come prodotto del made in Italy e come veicolo che sempre più spesso viene associato alla promozione di altri prodotti". Inoltre nel nostro paese è in lavorazione una nuova proposta di legge sulla musica, che dovrebbe essere finalizzata presto.
L'accordo per la promozione della musica italiana all'estero è stato firmato da Budin, da Giordano Sangiorgi, coordinatore del Tavolo della Musica, e dai rappresentanti delle associazioni di settore, Afi, AudioCoop, Fimi, Pmi, Arci, Assomusica, Assoartisti e Superclub.
Se la politica e le associazioni di settore si muovono per promuovere la nostra musica, arrivano dati in crescita per il diritto d'autore in Italia. Sempre a Roma ieri, la Siae ha annunciato i dati del bilancio consuntivo 2006, con un attivo per 11 milioni di euro, ante imposte, e la riduzione dei costi dei servizi agli associati.
Il bilancio è stato approvato dall'assemblea della società per gli autori e degli editori. Numeri che secondo il presidente Giorgio Assumma dimostrano che "lo stato di salute della società migliora di anno in anno". Nel 2006 gli incassi per il diritto d'autore in Italia hanno raggiunto i 640,5 milioni di euro."

Certo, qualcuno dira' che sono i soliti noti a vendere all'estero, che da noi, la qualita' e' piu' bassa rispetto a quella del mercato britannico e americano, qualcuno dira' che chi vende all'estero non rispecchia totalmente la musica che viene prodotta in Italia nel suo complesso...vero, argomentazioni assolutamente vere.

Ma se penso a quanto siamo esterofili noi italiani, in generale e in modo particolare sulla musica, a quanto questo stato e questo governo non faccia niente per proteggere chi fa il musicista (di leggi sulla musica se ne parla da una vita, ma regolarmente non succede un cazzo di concreto), ma anzi stia super-tassando tutti (siamo al 51% di tasse da pagare, lo sapete vero?) danneggiando in modo particolare gli artigiani della musica (non tutti riescono a diventare Bono o Vasco, no?), se penso allo schifo che c'e' attorno a un artista che vuole farsi conoscere, quanta merda deve mangiare, e tutto il resto...

....beh, pero' terzo esportatore di musica ne mondo...non e' male, no?


La vita non si misura dai respiri che facciamo ma dai momenti che ci tolgono il respiro

Il terzo esportatore di musica Facebo10Il terzo esportatore di musica Youtub10Il terzo esportatore di musica Wordpr10Il terzo esportatore di musica Small10Il terzo esportatore di musica A8114511
Torna in alto
Permessi in questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum.