VIRTUALDEEJAY - Da 10 anni un Forum di DJ

Usa un'email VALIDA per convalidare la registrazione

Il forum è gratuito e la definizione "conto" significa "account" (iscrizione)

Se sei già registrato puoi entrare cliccando "ACCEDI" e ricorda di personalizzare il tuo profilo cliccando su "PROFILO".
VIRTUALDEEJAY - Da 10 anni un Forum di DJ

VirtualDJ, Licenza Siae (DJ On Line), Assodeejay


Lettera anonima di un DJ a un locale...

Condividere
avatar
Dj Fabius
Super Utente
Super Utente

Sei un DJ ?
Numero di messaggi : 1139
Età : 35
Città e Provincia : Bagheria (PA)
Attività : TECNICO tv antennista -Sky installer
Mi sento: : Me stesso!
Punti : 4548
Reputazione48

Re: Lettera anonima di un DJ a un locale...

Messaggio Da Dj Fabius il Mar 11 Giu 2013 - 22:31

avatar
Davide76
VIP
VIP

Numero di messaggi : 6996
Età : 41
Città e Provincia : Chioggia (VE)
Attività : libero professionista
Mi sento: : Un deltaplano :)
Punti : 12175
Reputazione321

Re: Lettera anonima di un DJ a un locale...

Messaggio Da Davide76 il Sab 8 Giu 2013 - 21:19

E una cruda realtà.
La illegalità va combattuta con la legalità , se venisse IMPOSTO per legge ad un Dj di suonare solo ed esclusivamente con Vinili e o Cd ORIGINALI di questa gente ne sparirebbe oltre la metà.
La musica in rete purtroppo e totalmente fuori controllo e credo che lo sara per ancora molti e molti anni , se viene imposto per legge al dj di usare musica solo ed esclusivamente su supporti fisici originali , si avrebbero molti meno pirati , molti piu dj professioneli e molta piu musica di qualità , e verrebbe anche rivalutato questo mestiere che negli ultimi anni e diventato tutto fuori che un mestiere.
Questo e il mio punto di vista.




avatar
MAX TESTA
Assodeejay
Assodeejay

Sei un DJ ?
Numero di messaggi : 9470
Età : 46
Città e Provincia : Parma (PR)
Attività : Resp.Assodeejay Emilia Romagna
Mi sento: : fine come la carta vetrata !!!
Punti : 18083
Reputazione126

Re: Lettera anonima di un DJ a un locale...

Messaggio Da MAX TESTA il Sab 8 Giu 2013 - 17:58

io ne conosco alcuni che fanno e ragionano così...



La vita non si misura dai respiri che facciamo ma dai momenti che ci tolgono il respiro

avatar
Carlo S.
Admin
Admin

Numero di messaggi : 3746
Età : 56
Città e Provincia : Quartu S. Elena (CA)
Mi sento: :
Punti : 9276
Reputazione198

Lettera anonima di un DJ a un locale...

Messaggio Da Carlo S. il Sab 8 Giu 2013 - 15:02

Dalla mia Home page di facebook.... What a Face



Ciao, mi chiamo ANONIMO, faccio il deejay e suono ormai da svariati mesi nei locali e ho quindi un esperienza decennale!
Questo non è il mio lavoro principale, ma lo faccio per arrotondare perchè con i tempi che corrono bisogna inventarsi qualcosa e secondo me fare il deejay ti fa sembrare anche più figo!

Il mio genere è House Commerciale Techno Minimal Tribal Deep Electro Lounge, ma non disprezzo la revival anni 30-40-50-60-70-80-90-2000, balli di gruppo, il latino americano, il karaoke, il liscio da piazza, il folk, Bim Bum Bam, i Canti Gregoriani, la tracklist di “Io Canto” e tutto quello che riesce ad entrare nella mia pennetta.

Sono in grado di suonare su qualsiasi strumentazione che abbia un tasto SYNC, ma all'occorrenza posso provare anche a suonare con dei cd mixati..
Non ho la minima idea di cosa siano l'EMPALS e la SIAE e di tutti i rischi a cui vado incontro io... e chi mi fa lavorare, ma tanto.... a chi importa!!!

Per il budget non ci sono problemi, le prime volte suono gratis!!! Si avete capito bene!! perchè so che mi state offrendo un servizio chiamandomi... e cmq se proprio volete, potete pagarmi con delle consumazioni... o mi accontento anche di 50euro, tanto non ho spese di musica perchè la scarico furbamente da internet... e poi cmq ve li faccio recuperare subito con le mie luuuuunghe liste... Ah a proposito, vi ho già detto che faccio anche il PR e il barman??? Very Happy

Il testo ovviamente è in chiave ironica, ogni riferimento è puramente casuale e non vuole offendere nessuno.

Vuole piuttosto far riflettere sui principali problemi che nel corso di questi ultimi anni hanno cambiato la figura del DJ da "elemento fondamentale per la buona riuscita di una serata" ....a.... "una persona qualunque che mette la musica giusto per non usare la radio", il che poi condiziona a retribuirla come una persona qualunque che faccia il parcheggiatore... o come una persona qualunque che sappia fare un cocktail ... e così via... tralasciando la qualità e puntando al generico e all'economico.
Vincenzo Zappitelli

https://www.facebook.com/notes/vincenzo-zappitelli/lettera-anonima-di-un-dj-a-un-locale/10150416264556812

Contenuto sponsorizzato

Re: Lettera anonima di un DJ a un locale...

Messaggio Da Contenuto sponsorizzato


    La data/ora di oggi è Mar 24 Ott 2017 - 4:09