VIRTUALDEEJAY - Da 11 anni un Forum di DJ
Usa un'email VALIDA per convalidare la registrazione

Il forum è gratuito e la definizione "conto" significa "account" (iscrizione)

Se sei già registrato puoi entrare cliccando "ACCEDI" e ricorda di personalizzare il tuo profilo cliccando su "PROFILO".

Condividi
Andare in basso
avatar
MAX TESTA
Assodeejay
Assodeejay
Sei un DJ ?
Numero di messaggi : 9634
Età : 47
Città e Provincia : Parma (PR)
Attività : VICE PRESIDENTE ASSODEEJAY
Mi sento: : fine come la carta vetrata !!!
Punti : 18986
Reputazione126

SACEM: Cos'è?

il Ven 12 Gen 2018 - 12:32



Société des auteurs, compositeurs et éditeurs de musique

La Società degli autori, compositori e editori musicali ( #SACEM ) è una società di gestione del copyright .

Società privata senza scopo di lucro controllata da: Commissione di controllo, emanazione della Corte dei conti, amministrazione fiscale e sociale, un revisore dei conti e i suoi membri.

Creata il 28 febbraio 1851 la sua missione principale è garantire la raccolta e la distribuzione dei diritti dovute agli autori, ai compositori e agli editori musicali che ne fanno parte.

Mentre alcune formule alternative, come la musica libera , si sono via via sviluppate, #SACEM rappresenta la stragrande maggioranza del repertorio musicale, con 153.000 membri e oltre 90 milioni di opere rappresentate.

Nata in seguito ad una controversia al teatro Les Ambassadeurs nel marzo 1847 
Ernest Bourget , Paul Henrion e Victor Parizot si rifiutano di pagare la consumazione, ritenendo di non dover nulla in quanto il proprietario del teatro utilizza le loro opere senza pagare nulla in cambio. 
I tre musicisti vincono una causa le cui tasse sono pagate dall'editore Jules Colombier .
È una delle prime organizzazioni di questo tipo al mondo (l'equivalente britannico è stato lanciato solo nel 1914).
La prima struttura fu creata nel 1850 e prese la forma nel 1851 di una società civile .
L'azienda si sviluppò poi in tutta la Francia (181 agenzie nel 1858).
Con l'emergere del fonografo , quindi della radiodiffusione e del cinema , #SACEM estende la sua attività (copyright) ai nuovi media.
In seguito sarà il disco, la televisione , la radio FM , il CD , Internet ... 
Per gestire i diritti connessi a questi supporti, l' SDRM è stato creato nel 1935. 


Il #SACEM e lo Sdrm uniscono, nel 1975, i loro servizi e il loro personale, pur mantenendo la loro autonomia legale e finanziaria.

In Francia, lo status, i diritti e gli obblighi delle società di raccolta e distribuzione , come #SACEM  sono definiti nel Titolo II del Codice della proprietà intellettuale

Svolgono le loro attività sotto la supervisione del Ministero della Cultura e dal 2001 sotto il controllo di una commissione permanente di controllo della raccolta e della distribuzione di società incaricate di controllare i loro conti e la loro gestione degli SPRD .

Questa commissione presenta al Parlamento una relazione annuale che riassume i controlli effettuati.

#SACEM è il principale collettivo di copyright per la musica in Francia, ma c'è anche la Society of Authors e Dramatic Composers (SACD), che gestisce opere, balletti e musical. 

Tuttavia, #SACEM non ha alcun monopolio legale, anche se gode di un monopolio di fatto riconosciuto dalla giurisprudenza delle corti francesi ed europee.

Nel 2013, #SACEM ha gestito i diritti di 149.000 cantautori e editori, tra cui 18.200 membri stranieri.

Ha ricevuto circa 834,8 milioni di euro nel 2013. 

La società ridistribuisce l'85% delle somme raccolte.

#SACEM impiega 1.400 persone, di cui 700 nella regione, che operano in più di 70 uffici regionali in tutta la Francia e oltreoceano.

Nel giugno 2012 , Jean-Noël Tronc diventa direttore generale di #SACEM.

Succede a Bernard Miyet , presidente del consiglio di amministrazione dal 2001, e Jean-Loup Tournier, che dirige l'azienda dal 1961 .

Autori, compositori ed editori musicali hanno sviluppato una modalità di governance che consente loro di prendere parte attiva alla gestione della società. All'Assemblea generale annuale, i membri esaminano la relazione del manager, approvano i conti e rinnovano di un terzo i membri del consiglio di amministrazione che è composto da 20 membri (6 autori, 2 autori-direttori, 6 compositori, 6 editori). Il Consiglio definisce la strategia, amministra e nomina il direttore generale e l'alta dirigenza dell'azienda.

Lo Statuto e il Regolamento Generale, i Rapporti di attività, le Regole di distribuzione e le condizioni di prezzo applicabili alle diverse partecipazioni delle opere sono disponibili al pubblico sul sito web di #SACEM.


#SACEM gestisce i diritti d'autore dei titolari dei diritti (editori, autori, compositori, arrangiatori, traduttori) che coprono un vasto e variegato repertorio: la musica (tutti i generi musicali, dalla musica sinfonica all'electro,jazz, rap, e tanti altri), musica audiovisiva e pubblicitaria, sketch comici, poesie, documentari musicali e videoclip, testi di doppiaggio e sottotitoli, film e serie TV stranieri, estratti di opere drammatiche e drammatico-musicali (durata inferiore a 20 minuti per la televisione e 25 minuti per la radio 7 ).

Chiunque abbia composto o scritto cinque opere musicali, di cui almeno una è trasmessa cinque volte nell'arco di sei mesi o riprodotta su un supporto commerciale, può farne parte.

I membri depositano le loro opere originali con #SACEM, che ha quindi il solo potere di gestire i diritti esclusivi di eseguire e riprodurre questi lavori.

Conservano la proprietà intellettuale su adattamenti, riarrangiamenti, sui loro diritti morali e patrimoniali.

Se non vi è alcun obbligo per autori e compositori di aderire a #SACEM  quest'ultimo rimane inevitabile in caso di trasmissione nazionale o internazionale.

È infatti materialmente impossibile per un autore, un compositore , un editore di essere in grado di controllare gli usi che sono fatti delle sue creazioni, per negoziare autorizzazioni di trasmissione e relativi pagamenti a tutti gli utenti delle sue opere. (#SACEM negozia con quasi 620.000 clienti) in Francia e all'estero.

Permette di riscuotere le tasse raccolte all'estero attraverso accordi reciproci con le sue numerose controparti straniere.

Da parte loro, gli utenti e le emittenti musicali beneficiano dell'esistenza di questo "one-stop-shop" (semplificazione dei passaggi per utilizzare la musica).

La gestione collettiva è di fatto un'interfaccia pratica tra i creatori e gli utenti delle opere. 

Le condizioni di autorizzazione e le tariffe applicabili sono disponibili sul sito web di #SACEM.

Continua ad attirare in massa autori, compositori ed editori musicali francesi e stranieri, con un raddoppiamento del numero di membri tra il 1997 e il 2012 (da 70.000 a 149.000) e oltre 80 milioni di opere rappresentate.

Autori e compositori che non desiderano entrare a far parte di una società di autori possono optare per diritti d'autore individuali nel loro repertorio e scegliere licenze aperte (ad esempio licenze Creative Commons ) che consentono, a determinate condizioni stabilite da i creatori stessi, la libera diffusione di opere (soprattutto su Internet).

Mentre gli statuti di #SACEM erano originariamente incompatibili con tali licenze, nel gennaio 2012 è stato raggiunto un accordo tra #SACEM e Creative Commons per un periodo iniziale di 18 mesi, consentendo ai membri del #SACEM di sviluppare la promozione delle loro opere utilizzando l'opzione non commerciale Creative Commons (CC) (NC), affidando la gestione delle loro opere a #SACEM per scopi commerciali. 

#SACEM segue le orme della Buma-Steamra , una società di autori olandesi, che ha già accettato di gestire i diritti alle trasmissioni commerciali di artisti utilizzando le licenze CC. Possono anche scegliere di collocare i loro lavori direttamente nel pubblico dominio come per il progetto Open Goldberg Variations .

Gli autori che desiderano proteggere le loro opere possono anche rivolgersi al Sindacato Nazionale degli Autori e Compositori (SNAC), un notaio si occuperà di verificare il possesso dei diritti in caso di controversia (ad esempio, per previa spedizione a se stessi di posta raccomandata contenente l'opera originale., fa fede il timbro postale).

Ruolo di distribuzione:
#SACEM distribuisce individualmente tra i suoi membri la somma di denaro percepita come pagamento dei diritti di esecuzione, diffusione e riproduzione di opere sotto la sua gestione. 

Questa distribuzione viene effettuata in proporzione all'uso delle opere in questione in Francia e all'estero (attraverso le reciprocità), previa detrazione del costo operativo di #SACEM.  

Questo costo è un rapporto fisso per periodo di tempo.

Inoltre distribuisce alle società con le quali ha accordi reciproci la somma di denaro raccolta a titolo di pagamento dei diritti di esecuzione, diffusione e riproduzione delle opere di cui queste società hanno il gestione.

Le regole di distribuzione sono disponibili sul sito web di #SACEM.

Un cliente è una qualsiasi persona o organizzazione che utilizza le opere (diffusione, riproduzione, organizzazione delle arti dello spettacolo) la cui gestione dei diritti è delegata a Sacem o qualsiasi società con la quale #SACEM ha accordi reciproci in questo settore.

#SACEM controlla alcuni degli usi delle opere di cui è responsabile.
Gli organizzatori di eventi che trasmettono musica sono tenuti a trasmettere a #SACEM o ai titolari dei diritti (autore, compositore, editore) ai sensi dell'articolo L.132-21 del Codice della proprietà intellettuale, elenco dei titoli da riprodurre.

Come regola generale, la società addebita una commissione proporzionale ai ricavi generati dalla circolazione delle opere o al budget dell'evento, mentre in alcuni casi prevede una tariffa fissa per piccoli eventi gratuiti. 

Può anche concedere sconti alle associazioni di interesse pubblico. 

Allo stesso modo, un accordo tra #SACEM e l'educazione nazionale consente agli insegnanti di trasmettere opere durante le loro lezioni.

D'altra parte, #SACEM non può esigere la remunerazione per la diffusione di opere che non fanno parte del suo catalogo o di altre società di autori o editori stranieri che gli hanno conferito il mandato.

Le somme versate a #SACEM sotto i diritti musicali, non possono essere assimilate a nessuna "tassa" in quanto è solo la remunerazione dei diritti di proprietà privata.

Il pagamento dei diritti musicali al #SACEM non essendo una tassa, in caso di ritardo o assenza di pagamento non può in nessun caso essere oggetto di una multa.

Secondo un articolo pubblicato su 01net.com nel giugno 2008, sulla vendita di un titolo a 99 centesimi sul negozio iTunes , il #SACEM avrebbe ricevuto 7 centesimi e avrebbe pagato 2 centesimi ai titolari dei diritti. 

#SACEM sta sviluppando un modo di percezione e distribuzione particolarmente sofisticato e preciso, a differenza di molti dei suoi omologhi stranieri.

Assicura il rilevamento e il follow-up di tutti gli eventi pubblici e definisce l'ammontare dei diritti di fatturazione, raccolta e distribuzione in tre modi:

Gli organizzatori di concerti, spettacoli, televisioni, radio, produttori di CD, DVD, cinema, siti di download, streaming, trasmettono a #SACEM la lista delle opere trasmesse.

Il #SACEM può quindi definire che cosa deve essere assegnato ai titolari dei diritti interessati, lavoro per lavoro.

Questo rappresenta l'80% dei diritti assegnati.

Per le discoteche  e le copie private, Sacem utilizza dei sondaggi. 

Questo rappresenta l'11% dei diritti assegnati.

Per la musica di sottofondo, #SACEM tiene conto delle opere riprodotte su CD e trasmesse alla radio o ai concerti.

Questo rappresenta il 9% dei diritti assegnati.

Grazie alla sua filiale in Francia, #SACEM riesce a distribuire l'80% dei diritti sulla base di una conoscenza precisa dei programmi. 

Questo livello, uno dei più alti del mondo, consente di remunerare i titolari dei diritti nel modo più equo possibile, secondo la musica realmente diffusa. 

Questo lo distingue da molte altre società all'estero, che favoriscono i sondaggi, un metodo più economico ma meno equo.

Internet music:
Di fronte a un'esplosione del consumo di musica su Internet, #SACEM ha investito fin dall'inizio in questo mezzo. 

Come per qualsiasi altro metodo di diffusione della musica, il ruolo di #SACEM rimane lo stesso: consentire l'utilizzo della directory dei suoi membri per la remunerazione. 

È così che #SACEM ha siglato contratti con iTunes nel 2004, con Deezer nel 2007, Dailymotion o Wat.tv nel 2009. 

Nel 2009 sono in corso 1596 contratti con operatori nel settore Internet.

In generale, si basano su una percentuale del turnover del servizio (principio di proporzionalità).

Il mercato legale della musica online è ancora fragile in Francia, il che spiega perché i ricavi in ​​questo settore di attività rimangono molto bassi per gli autori (poco più dell'1% delle percezioni e delle interruzioni nel 2009). 

Inoltre, per incoraggiare la promozione dei creatori su Internet, #SACEM aveva inizialmente autorizzato la distribuzione gratuita delle proprie opere sul proprio sito web ufficiale prima di firmare accordi con Dailymotion e YouTube, siti privilegiati per la distribuzione di opere musicali.

#SACEM ha sostenuto le disposizioni favorevoli al mantenimento del libero esercizio del diritto esclusivo e si è opposto alla proposta di una licenza globale al momento di votare sulla proposta di legge DADVSI

Il voto di questo testo - che intendeva recepire nel diritto francese una direttiva europea - è stato il luogo di un appassionato dibattito sull'opportunità di introdurre un sistema di gestione collettiva obbligatoria del diritto di rappresentazione per la diffusione di opere tramite reti P2P ( licenza globale ). 

Un tale sistema avrebbe sicuramente richiesto agli autori di utilizzare i servizi di una società di gestione collettiva per ottenere la loro remunerazione. 

In linea con la sua missione di difendere gli interessi dei creatori, Sacem ha preferito sostenere il modello classico della proprietà letteraria e artistica. 

Modello che, istituendo l'autore autore della sua creazione, lascia a lui la libera scelta del modo di gestione che ritiene opportuno.

Oltre alla sua missione di raccolta e distribuzione dei diritti d'autore, #SACEM sin dagli anni '60 sostiene le azioni per la creazione musicale, attraverso il suo servizio culturale e dal 1977 attraverso la sua azione di fondo. 

Nel 2014 ci sono stati 21 milioni di euro di aiuti dedicati a azioni molto diverse:

  • 400 festival hanno aiutato, 29 borse di studio per aiutare a scrivere nuovi spettacoli
  • 26 festival cinematografici e televisivi
  • 25 documentari parzialmente finanziati
  • numerose azioni filantropiche (cinema francese, repertorio e artisti, jazz, musica contemporanea, musica da film, editoria e patrimonio, commissioni ai compositori)

e anche pedagogia e scoperta della musica per i giovani pubblico pubblico e svantaggiato, ecc.

Gli aiuti culturali di #SACEM  come quelli di tutte le società di gestione collettiva, provengono per la maggior parte (dal 1985) dal "25% delle copie private" ma anche da un budget volontariamente messo in atto da #SACEM dal Anni 60. 

Questi finanziamenti permettono di sostenere repertori difficili o rischiosi, così come artisti emergenti ancora assenti dai grandi media o poco diffusi, su tutto il territorio. 

Hanno un ruolo di interesse generale, ridistribuzione e politica culturale molto importanti, ancor più negli ultimi anni con dubbi che incidono sulla capacità dei governi locali di finanziare la cultura.

La #SACEM premia ogni anno con premi che coprono tutti i generi e le tendenze musicali:

  • Grand Prizes
  • Premio Georges-Enesco (alternativamente: composizione o violino)
  • premio per la musica sinfonica, ecc.



Altre info sulla #SACEM:

  • Creazione: 1850.
  • 153.000 membri (raddoppio tra il 1997 e il 2012)
  • 834,3 milioni di € raccolti in tasse
  • 675,8 milioni di € in assegnazione dei diritti
  • 620.000 clienti
  • Per 1 € raccolti: 85 centesimi trasferiti ai beneficiari (rapporto stabile nel periodo 1999-2009)
  • 90 milioni di opere del repertorio mondiale rappresentato
  • 1.425 collaboratori permanenti
  • 70 Delegazioni regionali
  • 6 Direzioni regionali





Aderenti: autori, compositori (tutti gli stili di musica) ed editori musicali.
Diritti raccolti: performance dal vivo, cinema, luoghi sonori, radio, televisione .
Altri diritti raccolti: diritti meccanici di riproduzione e copia privata (tramite SDRM).
Missioni: raccolta del copyright dei suoi membri dagli utenti e distribuzione ai suoi membri o beneficiari.


  • Sacem è anche un fornitore di servizi per le seguenti organizzazioni:



    • SDRM, diritti meccanici
    • Copia la Francia
    • Sesam, diritti multimediali
    • Spré, remunerazione equa
    • Agessa (Associazione per la gestione della sicurezza sociale degli autori)
    • I contributi per malattia, maternità, invalidità e morte, oltre al CSG (Contributo sociale generale) e al CRDS (Contributo al rimborso del debito sociale), sono detratti dalle tasse.



    Dati per il 2014. 


    Fonte: Sacem .


    Sede: 225 avenue Charles de Gaulle, 92528 Neuilly sur Seine
    Contatti regionali .





Fonte: Wikipedia


La vita non si misura dai respiri che facciamo ma dai momenti che ci tolgono il respiro

Torna in alto
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum